Castroreale Jazz festival spegne 20 candeline

0
346

Cresce l’attesa per il Castroreale Jazz festival, che quest’anno giunge alla sua ventesima edizione. Gli ultimi cinque in partnership con Milazzo. Una lunga storia eroica, nata nel cuore di uno dei Borghi più belli d’Italia, che ha contribuito a dare rilievo e vitalità alla piccola cittadina peloritana.

Seppur con qualche difficoltà per la definizione del programma, a causa delle restrizioni dovute all’emergenza, sanitaria un compleanno così importante non poteva passare inosservato. In calendario quattro imperdibili eventi composti da due prestigiosi concerti e due proiezioni cinematografiche. Si inizierà il primo agosto, a Castroreale, in piazza Pertini.

A tagliare il nastro di via, Musica Nuda, il progetto di Petra Magoni, voce, e Ferruccio Spinetti, contrabbasso. Da un incontro fortuito, quello tra una delle più originali ed eclettiche cantanti italiane e il contrabbassista degli Avion Travel, è nato il duo che da oltre 15 anni regala preziose alchimie musicali, portate in giro tra i più prestigiosi palcoscenici del mondo, e che ha al suo attivo una decina produzioni discografiche.

Il 5 agosto,  alle ore 21.30, nell’incantevole scenario dell’Area Marina Protetta Capo Milazzo, si terrà la proiezione di “Sicily Jass – The world’s first man in jazz”, un film documentario di Michele Cinque, che  racconta la leggendaria vita di Nick La Rocca, che con la sua band nel 1917 ha inciso il primo disco di jazz della storia. La proiezione del docu-film sarà introdotta dal trombettista siciliano Roy Paci e dal giornalista de “La Repubblica” Gigi Razete.

Sabato 8, alle ore 21.00 ,si torna   a Castroreale, in Piazza Pertini,  per la proiezione del docufilm “Io sono Tony Scott. Ovvero come l’Italia fece fuori il più grande clarinettista del Jazz”, diretto  Franco Maresco. Il documentario ripercorre la parabola che portò Tony Scott, celebratissimo clarinettista dell’America degli anni cinquanta, ad un notevole decadimento personale e professionale, in seguito al trasferimento in Italia negli anni sessanta.  Il film sarà preceduto, alle ore 19.00, in piazza delle Aquile. da un’apericena e un’introduzione al film curata dal musicologo e docente del Conservatorio di Bologna, Stefano Zenni.

Il 12 agosto si terrà il concerto di Ralph Towner special guest Javier Girotto. Towner, fondatore degli Oregon, chitarrista, polistrumentista e compositore, dalla lunghissima e straordinaria carriera, targata ECM e costellata di dischi che sono pietre miliari per la storia della musica jazz contemporanea. Al traguardo degli ottant’anni suonerà a Castroreale accompagnato dallo strepitoso sassofonista argentino Javier Girotto, che conta la terza partecipazione al festival, e non poteva mancare per celebrare il ventennio dalla sua fondazione.

Tutti i concerti di quest’anno, avranno il doppio set: prima esibizione alle ore 21.00, seconda alle ore 22.30.

L’estate castrense si preannuncia ricca  di intense emozioni tutte da assaporare.

 

 

 

 

 

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome