Barcellona PG: presentato il romanzo E se il biscotto avesse ragione? di M. Quagliarello

0
159

La vita è fatta di scelte o piuttosto è guidata dal caso e dalla fortuna? È questo il quesito alla base nel romanzo dal titolo E se il biscotto avesse ragione? di Michela Quagliariello, edito dalla Casa Editrice Smasher di Giulia Carmen Fasolo e presentato venerdì scorso nell’incantevole scenario del foyer del Teatro Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto.

Organizzato dall’Associazione Fidapa-sezione di Barcellona Pozzo di Gotto, presieduta dalla dottoressa Grazia Salamone, l’evento è stato l’occasione per raccontare il tema al centro dell’opera. Un tema che ci accomuna tutti: l’affannata realizzazione della propria vita da parte della protagonista, a cui si affianca la costante ricerca dell’anima gemella, o meglio dell’uomo con cui passare il resto della propria vita.

Ad un primo sguardo questi temi sembrerebbero banali, privi di significato. Eppure, se ci si sofferma a pensare, la ricerca di un lavoro gratificante nel quale rispecchiarsi, così come la realizzazione in campo sentimentale sono i due capisaldi attorno cui ruota la vita di ognuno di noi.

Ciò è dimostrato anche dalla vasta mole di letteratura al riguardo, ma la protagonista del romanzo della Quagliarello va oltre. Viola, questo il nome della protagonista, infatti, ha due capisaldi nella sua vita: l’oroscopo cinese e il biscotto della fortuna e a loro si affida ciecamente per la costruzione della sua vita, ma non tutto va per il verso giusto, e allora che fare? La risposta è semplice e per certi versi spiazzante: basta seguire il cuore e le nostre inclinazioni perché solo noi sappiamo cosa ci fa stare bene e di cosa siamo capaci. Solo noi possiamo decidere della nostra vita.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome