Messina: il cinema Lux ospita il docufilm She’s Leaving Home di M. Trovatello

0
93

C’è voglia di mare, sole e musica nell’aria, e a questo bisogno il Cinema Lux di Messina risponde ospitando l’anteprima nazionale del documentario sui Beatles “She’s Leaving Home” del regista Mirko Trovatello. L’appuntamento è per domani, giovedì 6 giugno, alle ore 20.30.

“E’ il primo documentario italiano sui Beatles ed è frutto di ben 600 ore di visione di materiale sulla band” dichiara il messinese Trovatello. Ci saranno immagini mai viste prima, come un estratto di un concerto dei Beatles del 1965 al Teatro Adriano di Roma

Questo documentario che ripercorre la loro vita e storia dal 1957 al 2001, prodotto da Fellini Production e montato da Giuseppe Cuzzilla, porta sul grande schermo un lavoro imponente svolto in questi anni dal regista Mirko Trovatello, che dichiara: “dopo aver proiettato il trailer ad alcuni Festival, sono molto emozionato per questa prima nazionale al cinema Lux. Il mio è il primo documentario italiano sui Beatles ed è frutto di ben 600 ore di visione di materiale sulla band, che comprende anche interviste fatte ai suoi componenti e alle persone a loro vicine. Ho anche vissuto per sei mesi a Liverpool per realizzare questo lavoro, ripercorrendo i loro passi e i luoghi”

In questo documentario ci saranno immagini mai viste prima, come un estratto di un concerto dei Beatles del 1965, ospitato al Teatro Adriano di Roma “una vera e propria perla rintracciata da una signora che aveva la registrazione in 35 mm e dove ‘i favolosi quattro’ parlano in italiano”, specifica il regista.

All’interno di “She’s Leaving Home” ci sarà spazio anche per l’indimenticato musicista Melo Mafali, un caro amico di Mirko Trovatello, ma anche un pezzo di storia di Messina.

“Melo teneva tanto a vedere questo film e, adesso, lui vivrà sempre alle mie immagini, insieme ai componenti dei Beatles. Da messinese sono molto orgoglioso di fare questa prima nazionale nella mia città alla quale voglio regalare qualcosa. Spero che per i ragazzi che verranno al Lux a vedere il mio documentario e che vogliono lavorare nel cinema, questa pellicola possa essere una fonte di ispirazione”, conclude Trovatello.

Un omaggio alla musica di quattro ragazzi che volevano soltanto dare sfogo alla propria passione e invece hanno scritto la storia.

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome