La Messina Bendata abbraccia Il sogno di Morgan

Dopo l’inaugurazione avuta luogo lo scorso 9 settembre  al Palacultura Antonello da Messina il docufilm La Messina Bendata, ideato dall’artista Lillo Scipilliti,  continua il suo viaggio Lunedì, infatti, alle ore  19.00, il documentario sarà proiettato presso il cinema Apollo di Messina a favore dell’associazione Il sogno di Morgan per realizzare il sogno di un giovane ragazzo di tornare a camminare.

Diretto  da Salvo Grasso e condotto da Rosy Trapa il progetto vuole dare risalto a tutta quella compagine artistica che, traendo le sue origini dalla Città dello Stretto  e risiedendo in essa,  è escluso dai circuiti artistici nazionali e pertanto sconosciuto ai più.

Ancora una volta il focus sarà il panorama artistico messinese che da sempre offre tantissime opere d’inestimabile valore senza però essere pienamente apprezzate.

Per il messaggio di cui sin dalla sua nascita si è fatto portavoce l’artista che ha dato vita alla “Messina Bendata si augura che in futuro il docufilm possa essere esportato nelle scuole perché l’arte per tutto ciò che trasmette al pubblico non può e non deve essere imbrigliata entro i limiti di un paese, di una provincia o di una nazione ma appartiene al mondo.

Attraverso il lungometraggio sarà ripercorsa la travagliata storia di Messina che, per ben due volte, è caduta sotto i colpi di un beffardo destino, vittima di due terremoti che ne hanno cambiato il volto per sempre. E parallelamente alla ricostruzione architettonica non è mai mancato alla Città dello Stretto il supporto dei suoi artisti. Artisti che non ne hanno mai lasciato il suolo. Ecco i loro nomi: Lelio Bonaccorso, Antonello Bonanno Conti, Carmelo Caracciola, Nino Cannistraci, Pino Coletta, Carmen Crisafulli, Enzo Currò, Michela D’Avenia, Fortunato Del Dotto, Concetta De Pasquale, Fabio Di Bella, Massimo Di Prima, Nino Gambadoro, Maurizio Gemelli, Luigi Ghersi, Mimmo Irrera,  Mantilla, Fabio Pilato, Puccio, Stello  Quartarone, Maria Rando, Bruno  Samperi, Alfredo Santoro, Lillo Scipilliti, Piero Serboli, Sara  Teresano, Togo, e Ranieri Wanderligh.

Queste le premesse di un evento che si annuncia denso di emozioni.

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saiahttps://www.icoloridellacultura.com
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

da leggere

Dello stesso autore

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

Articoli correlati