Gli artisti Nino Abbate e Salva Mostaccio presentano l’istallazione Stella Migrante

0
127

Nell’ambito delle iniziative natalizie venerdì 22 dicembre, alle ore 18.30, presso lo Studio d’Arte Epicentro sarà presentata la “Stella Migrante”, realizzata dagli artisti Nino Abbate e Salva Mostaccio.

Si tratta di un’opera non convenzionale, frutto di ricerca sul filone dell’arte presepiale. I due artisti indagano sui problemi sociali in tema dell’emigrazione dei popoli, in cerca di una nuova luce. Questo è un momento propizio di riflessione in occasione delle festività di Natale. Storicamente la nascita di Gesù Bambino era una luce che rappresentava anche la libertà dei popoli, che a tutt’oggi, dopo millenni, sono ancora oppressi da guerre e carestie.

La gente fugge dalla propria terra seguendo cieli stellati, o meglio la “Stella Prescelta” che li dovrebbe condurre alla luce, ma non è sempre così. Emigrano in compagnia della loro povertà, non come i Re Magi, ricchi di doni che seguendo la Stella Cometa sono giunti al nuovo Messia. Le tradizioni non vanno dimenticate perché sono memoria storica di un Paese. Oggi la gente fugge dalla sua terra nella povertà e nella paura, senza doni, ma con la tristezza nel cuore in cerca di un futuro che non tutti riescono a trovare, tra percorsi impervi di terra e mari.

E proprio il mare è custode di questo dramma. È in esso che uomini,  donne, bambini hanno trovato la morte e i sogni si sono infranti. Chi governa dovrebbe meditare su queste morti. Gesù Bambino è una luce di pace, i popoli migranti cercano la luce e la pace. L’istallazione di Nino Abbate e Salva Mostaccio è stata realizzata con materiali vari: legno, marmo, ossidiana, terracotta, colori, ed è impreziosita da un testo poetico e da un video.

L’istallazione si potrà visitare fino al 7 gennaio 2024 dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Ingresso libero.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome