Il Teatro degli Eroi presenta la I° edizione di Aut Art

0
470

Tutto è pronto per la prima edizione di Aut Art, il primo festival nato per raccontare l’autismo a chiunque abbia voglia di conoscerlo e capirlo. Ma cos’è l’autismo? Tra preconcetti e supposizioni di autismo si sente parlare spesso ma si conosce poco.

A tal riguardo l’associazione Siamo Delfini-Impariamo l’autismo ha deciso di parlare di autismo con modalità differenti. Come? dando spazio alle persone autistiche e al loro modo di esprimere le tutte sfumature che le caratterizzano, anche, e soprattutto, attraverso il linguaggio artistico.

Attraverso incontri con esperti e con chi vive quotidianamente sulla propria pelle questa condizione, e attraverso spettacoli, musica, sfilate di moda, proiezioni, mostre e tante chiacchierate, ci si confronterà per tentare di accendere un faro sull’argomento e proporre una particolare attenzione al binomio arte e autismo.

Queste le caratteristiche di “AUT ART”. L’appuntamento è per venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 settembre presso il Teatro degli Eroi di Roma che accoglierà una maratona di 36 ore non-stop. Una tre giorni di porte aperte, anzi spalancate, dalle ore 9.00 alle ore 23.00 nella sala di via Girolamo Savonarola 36/M. Sarà un susseguirsi di incontri, idee a confronto e spunti di riflessione rubati alle pagine di libri, con esposizioni di lavori artistici, momenti musicali, suggerimenti dalla moda, testimonianze raccolte da una telecamera e storie raccontate sulle tavole di legno di un teatro.

La kermesse è stata organizzata dall’associazione Siamo Delfini – Impariamo l’autismo con la collaborazione di un numero elevato di associazioni che lavorano allo stesso obiettivo ed alcune aziende sensibili al tema dell’autismo.

Tra gli ospiti ci saranno: Paolo Ruffini, Stefano Masciarelli, Massimo Giannini, direttore de La Stampa, Gianluca Nicoletti, giornalista Rai e La Stampa, prof. Stefano Vicari, neuropsichiatra Ospedale Bambin Gesù, prof. Luigi Mazzone, neuropsichiatra Policlinico Tor Vergata.

Ogni giornata inizierà con “Aut Meeting” un incontro-confronto in cui si svilupperà uno specifico tema, mentre “Aut Books”, presentazioni di libri attinenti al tema del giorno chiuderà i lavori della mattinata. Il pomeriggio sarà dedicato all’esposizione e presentazione delle singole opere degli artisti, “Aut Art” cui seguirà “Aut Music”, il momento dedicato alle note che vedrà il coinvolgimento e l’esibizione di artisti appartenenti allo spettro autistico.

A chiudere il pomeriggio sarà “Aut Movies”, con la proiezione di film, corti e documentari. La sera sarà dedicata a “Aut Theatre”, spettacoli teatrali che in qualche modo toccano o raccontano l’autismo. La sezione “Aut Fashion” proporrà una sfilata di moda.

Si prospetta una tre giorni ricca di riflessioni, emozioni e nuovi spunti per porre le basi e creare un domani migliore per le persone affette da autismo e che la parola inclusione acquisti sempre di più un significato pieno e costruttivo.

In allegato il programma nel dettaglio

aut-art-festival

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome