Ultime battute per la V edizione di Performare Festival

0
459

Prosegue l’attività creativa di  Performare Festival, diretto da  Simona Miraglia e Amalia Borsellino del Collettivo SicilyMade, e giunto alla sua quinta edizione. Molte le attività creative che hanno animato e animeranno, fino a domani, la kermesse nel suggestivo borgo di Serradifalco.

Questa sera, alle ore 19.30, presso la villa Comunale Rosario Livatino  in programma Lingua di Chiara Ameglio, selezionato nell’ambito di Approach to a Creation Process. Alle 21.00, in prima regionale, sarà la volta della performance Danza Cieca, coreografia di Virgilio Sieni (Produzione Fondazione Matera-Basilicata 2019, Compagnia Virgilio Sieni). Virgilio Sieni e il danzatore non vedente Giuseppe Comuniello sono protagonisti di un duetto sulla tattilità, con musica dal vivo di Spartaco Cortesi. Ascolto, tenuità, spazio, gioco e rito, potenza dell’attesa, incrinatura della materia fonte inesauribile di gesti, parti oscure del movimento, bagliore nel dettaglio, accoglienza dell’amico, apertura dello sguardo: posture e avvicinamenti che trasformano il corpo in un atlante inesauribile di luoghi democratici.

Nella serata conclusiva di sabato 8 luglio il Vicolo Caico alle ore 19.30 ospiterà Nicola Simone Cisternino con il suo progetto realizzato a Performare Festival 2023, restituzione della sezione Paesaggio e comunità dei Perfomare Project. La sua performance, dal titolo VICOLO CAICO, è una produzione Twain_Centro di Produzione Danza.

Il Piazzale del Teatro Comunale A. De Curtis alle ore 21.00 ospiterà l’anteprima di BATTICUORE primo studio con Rosada Letizia Zangrì e Collettivo SicilyMade. Interpreti Amalia Borsellino, Carmelangela Damico, Annalisa Di Lanno, Marta Greco, in collaborazione con Performare Festival 2023 nell’ambito di “Approach to a creation process.

Infine, il Piazzale del Teatro Comunale De Curtis alle ore 21.30 ospiterà in prima regionale lo spettacolo PAESAGGIO D’INTERNI (produzione Balletto Civile), danzato e creato da Emanuela Serra, Alessandro Pallecchi, Giulia Spattini, Francesco Gabrielli. In questa performance il palco è la strada, la scena un interno, un tavolo e due sedie, come un’isola a cui approdare. Corpi a confronto in partiture ritmiche danzate. Un caleidoscopio di immagini a cui Balletto Civile si ispira per indagare la relazione emotiva tra uomini e donne: amanti, fratelli, nemici, simili e compagni. Gli interpreti cambiano postazione e la storia prosegue, in corpi e ruoli diversi. Una drammaturgia che collega la tempesta d’impulsi presente tra noi e l’altro usando il cambio di prospettiva per rendere, ciò che sembra chiaro, velocemente inaspettato.

Il festival si chiuderà con una serata musicale a cura di Radio RCS Sicilia che ospiterà, a partire dalle 22:30, nel piazzale del Teatro A. De Curtis, il Dj Fabio Sciollintano.

Questa la chiosa di una kermesse che fin dalle primissime battute ha regalato infinite emozioni.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!