Teatro dei 3 Mestieri: la Via Crudex di Palazzolo chiude la stagione Tracce d’Inchiostro

0
320

Spettacolo dopo spettacolo, emozione dopo emozione anche per la stagione Tracce d’inchiostro è arrivato il momento di salutare il suo pubblico dandogli appuntamento all’anno prossimo.

Lo spettacolo designato a tale compito sarà “Via Crudex – Cantico della minaccia”, scritto e diretto da Rosario Palazzolo, che venerdì 26 maggio, alle ore 21.00 debutterà in prima nazionale al Teatro dei 3 Mestieri.

Rosario Palazzolo presenta così il suo spettacolo: “Ho fatto incetta dei miei temi ricorrenti, quelli per i quali quotidianamente alzo la penna e la butto su un foglio e, insomma, ho affilato i coltelli, come si dice, pure se non si dice proprio così, ho organizzato otto pezzi di un puzzle, che risulterà incompleto, alla fine, beninteso, poiché non era certo mio interesse afferrare tutt’intera la risma, quanto piuttosto imbastire una specie di tauromachia dell’attore. Essere attori, mi pare, una lotta con il pubblico, con il testo, col regista, una lotta con sé stessi, perché scegliere di essere attori, oggi, è una disavventura. Il medesimo discorso potrebbe estendersi a tutte le arti praticate dal vivo, poiché il pubblico ha smesso di essere il pubblico che ciascuno attore immaginava quando s’immaginava un qualche pubblico. In effetti, si è tramutato in un’entità caliginosa, divoratrice di emozioni, dispensatrice di tendenze e disegnatrice di panorami. L’attore è, così, sempre sul punto di soccombere e, così, ho approntato una sfida, una guerra, per la vita e per l’arte. Una Via Crudex senza resurrezione. E so bene che il mio discorso è zeppo di buche, ce le ho messe apposta, però nondimeno mi pare sia un ottimo punto di partenza, per il fallimento. Che solitamente è il mio punto d’arrivo”.

A dare corpo alle emozioni insite nel testo di Rosario Palazzolo saranno gli attori Stefano Cutrupi e Silvana Luppino che interpreteranno il testo del noto regista e drammaturgo palermitano sulle paure tipiche degli attori, aggiungendo anche il loro vissuto traboccante di esperienze caduche e zeppo di acrobazie emotive.

La pièce sarà replicata anche sabato 27 maggio alle ore 21.00 e domenica 28 maggio alle ore 18.30.

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome