Al via la II° edizione della Festa Ellenica

0
300

Dopo il grandioso successo della prima edizione torna la Festa Ellenica che si svolgerà dal 18 al 21 nel Parco di Leontinoi e Megara, e  sarà impreziosita  da  nuovi appuntamenti con la grecità e il teatro, soprattutto per le scuole. E il prof. Imposa parlerà della possibilità di individuare, scannerizzando il sottosuolo, quel teatro che si cerca da anni. Teocle a fumetti, l’Antigone della caverna simbolo d’ogni guerra.

“Le indagini di geofisica applicata da noi utilizzate, potrebbero consentire l’individuazione di strutture sepolte, come il teatro di Leontinoi di cui si parla, e raccogliere su di esse, in modo non invasivo, informazioni preziose per gli archeologi”.

Lo ha confermato Sebastiano Imposa, professore associato di Geofisica applicata dell’Università di Catania, che di recente, mediante indagini geofisiche, ha individuato in un’area dell’antica Akragas i resti di un muro ellenistico.

Imposa darà il proprio contributo al Simposio che si terrà mercoledì alle 18.30 nel Complesso del Carmine di Carlentini, nel Siracusano segnando così l’anteprima  alla seconda edizione della Festa Ellenica, organizzata dal Circolo Leontinoi.

Nel Simposio i sindaci di Carlentini Giuseppe Stefio e di Lentini Rosario Lo Faro parleranno del Piano per la riqualificazione del Parco sotto il profilo della viabilità e di una più moderna fruizione, finanziato con tre milioni di euro del Pnrr, che ha lo scopo “di restituire all’Umanità uno straordinario patrimonio fatto di antiche mura, un villaggio preistorico, un tempio greco, ben due castelli medioevali e un gran numero di chiese rupestri mentre continuiamo a cercare il teatro“ come sottolineato dall’archeologo Giuseppe Sanfilippo.

Nel Simposio, che si concluderà con una degustazione di pietanze della Grecia antica, si parlerà ancora dei recenti scavi e ritrovamenti da parte dell’Università di Roma Tor Vergata. In quell’occasione saranno premiati gli allievi delle scuole del territorio vincitori di un concorso di idee indetto dall’Archeoclub di Carlentini.

C’è grande attesa per l’evento, soprattutto tra i ragazzi, incuriositi dal manifesto che raffigura Teocle, fondatore della città, nell’illustrazione fumettistica di Penna Grigia, ossia Gaetano Ingaliso.

Gli Istituti scolastici rappresentano uno dei perni della Festa Ellenica: giovedì 18 e venerdì 19 maggio, dalle nove alle 13 e dalle 17 alle 19, nel Parco archeologico, mille studenti seguiranno le rievocazioni storiche, gustando i cibi degli elleni e seguendo l’affascinante storytelling dell’associazione culturale I Cavalieri de li Terre Tarentine, che anche quest’anno mostreranno come vivevano opliti, arcieri e artigiani. La stessa rievocazione sarà offerta sabato, negli stessi orari, anche alle famiglie.

Studenti protagonisti anche, ogni sera alle ore 20.00, della rassegna Maschera, Anima, Teatro, che riprende la tradizione del dramma classico rappresentato dalle scuole.

Queste le premesse di un evento  che si annuncia denso di grandi emozioni.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome