Al Parco Maggiore La Rosa l’esordio letterario di Roberta Cannarozzo

Stasera, alle ore 17.45, presso l’Auditorium del Parco Maggiore La Rosa, avrà luogo la presentazione del romanzo d’esordio dell’imprenditrice Roberta Cannarozzo dal titolo Non esito neanche un attimo, edito da Kimerik.

L’opera è un dono alle generazioni future che parla della memoria dei nonni e della loro impronta nella vita dei nipoti, un amore che va oltre la loro stessa esistenza.

Dopo i saluti istituzionali a cura dell’Amministrazione Comunale, della Casa editrice Kimerik e dell’Associazione Barcellona Live, dialogheranno con l’autrice il professore Francesco Pira e la dottoressa Carmen Duca. L’evento sarà moderato da Cristina Saja e allietato dal duo di arpe a cura delle gemelle Sabrina e Simona Palazzolo.

“Non esito neanche un attimo” è la frase che Roberta pronuncia tra sé e sé quando ha chiaro in mente il suo progetto e decide di portarlo avanti con passione e determinazione, senza curarsi delle perplessità dei suoi cari. Creare una struttura ricettiva in cui si respiri la stessa atmosfera di ospitalità e di gentilezza che contraddistingueva la casa dell’adorata nonna, Matilde. Ed è proprio a Matilde che l’autrice dedica questo libro, ripercorrendo l’infanzia felice in quel di Licata, dove la casa della nonna era un punto di riferimento, un luogo in cui trascorrere momenti allegri e conviviali con i parenti e in cui lei si era sempre sentita accolta e coccolata. Dipingendo la figura di questa donna colta, garbata e affettuosa, Roberta Cannarozzo dà spazio anche ai momenti più cupi della vita di Matilde, come la perdita dell’amato marito e un secondo matrimonio decisamente infelice, che ha causato non poche amarezze sia a lei stessa che alle sue figlie.

Al nonno prematuramente scomparso sono dedicate delle pagine emozionanti, in cui si percepisce l’intento di mantenere viva non solo la memoria della nonna, ma anche di un uomo che lei non perdeva occasione di ricordare con rimpianto. In questa rievocazione del passato, sia quello vissuto in prima persona sia quello tramandato oralmente, traspare la piena consapevolezza che un ritratto di famiglia non può essere completo e credibile se narrato da un solo punto di vista. Nella storia di tutte le famiglie vi sono luci e ombre, momenti spensierati e altri più difficili, ma Roberta riesce a rendere bene la complessità di tutte queste sfumature. Attraverso questo viaggio a ritroso nel tempo, tra luoghi, colori, oggetti e odori che compongono il ricordo di Matilde, l’autrice crea un ponte tra passato e presente, mettendo l’accento sull’importanza di un’eredità spirituale che è tuttora parte integrante del suo modo di vivere e del suo essere donna e madre.

All’evento, promosso da L’Associazione Barcellona Live, in collaborazione con il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, prenderà parte anche il Prof Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo presso l’Università degli Studi di Messina.

 

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saiahttps://www.icoloridellacultura.com
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

da leggere

Dello stesso autore

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

Articoli correlati