Piccolo Teatro E. Petrolini: presentato il progetto 170 anni di storia del nostro teatro

0
236

Questa mattina ha avuto luogo, presso il Piccolo Teatro Ettore Petrolini, la conferenza stampa riguardante il progetto dal titolo “Il Teatro di Barcellona, centosettant’anni di storia”, con la partecipazione dei quattro direttori artistici che hanno ideato l’evento.

La storia di Barcellona Pozzo di Gotto, dalla seconda metà dell’Ottocento, ha camminato in parallelo con quella del Teatro Mandanici, aperto nel 1845, modificato e ampliato più volte, fino alla sua scomparsa tra le fiamme, come tanti altri teatri del mondo. Infine la sua rinascita alla grande, ma che ha lasciato in tanti l’amaro in bocca per la perdita del vecchio “teatro all’italiana”.

Il Mandanici, così come tanti altri teatri di provincia, svolse attività mista, non solo teatro lirico, ma sede di molti altri spettacoli quali veglioni, serate di gala, operetta e cinema, con poca lirica in quanto mancava l’orchestra. Dalla fine dell’Ottocento anche spettacoli di Cafè chantant e di varietà, e spettacoli messi in scena anche da compagnie filodrammatiche locali. Dal 1899 iniziano anche le proiezioni cinematografiche, che manterranno aperto il teatro nei periodi in cui non si effettuarono spettacoli dal vivo.

La storia del Teatro Mandanici e dei teatri minori cittadini e delle attività svolte sarà raccontata in quattro puntate, in quattro eventi organizzati dalla Genius Loci, sotto la presidenza di Bernardo Dell’Aglio, con la collaborazione degli operatori teatrali locali, che si sono presi la briga di approfondire quattro fasi della vita teatrale cittadina. Ma, è bene precisarlo, senza avere la pretesa dell’esaustività assoluta, perché il mondo teatrale è complesso e spesso le parole del teatro “volano” senza lasciare tracce.

Le quattro tappe saranno raccontate in un nuovo teatro cittadino, il Piccolo Teatro Petrolini, sito in via Pettini n. 34 (zona Nasari), un teatro privato voluto da uno dei “teatranti” locali, Francesco Chianese, che ha offerto il suo spazio alla Genius Loci e agli artefici delle serate, che avranno inizio alle ore 19 e saranno ad ingresso libero.

La prima serata (4 novembre), è dedicata al periodo che va dal vecchio Teatro Mandanici (1845) alla prima filodrammatica dell’Oratorio Salesiano (1923-1979). Il direttore artistico di questa prima serata è Gaetano Mercadante, che sarà coadiuvato nella lettura del testo introduttivo da Nina Mazza.

La seconda serata (11 novembre), che si avvarrà della direzione artistica di Giuseppe Pollicina,  si occuperà del periodo che va dal Teatro Excelsior (è stata anche sala cinematografica) alla nascita del teatro Vittorio Currò (1980-2000) all’interno dei Salesiani. La lettura del testo introduttivo è affidata a Raffaella Campo.

La terza serata (18 novembre), con la direzione artistica di Francesco Chianese, con letture di Sabina Bruzzese, si occuperà dei piccoli teatri, dal teatro delle Figlie di Maria Ausiliatrice al Salon Arte, al Papocchio e al Petrolini (2000-2010).

Infine, l’ultimo incontro (25 novembre) incentrato sul teatro contemporaneo e il nuovo Teatro Mandanici (2010-2022), con la direzione artistica di Nino Trapani e letture introduttive di Tiziana Turrisi.

Ciascun incontro, oltre la lettura introduttiva che inquadrerà il periodo storico, proporrà dei frammenti di spettacoli teatrali dell’epoca.

“170 anni di storia del nostro teatro” è un grande evento culturale per ricordare e applaudire i protagonisti del teatro cittadino di ieri e di oggi.

Un progetto culturale e di ricerca storica, inedito e affascinante, che si è potuto realizzare grazie alle tante sinergie e collaborazioni con il mondo del teatro messe in campo.

Un ‘percorso di conoscenza’ e di “valorizzazione” del teatro cittadino, per ricostruirne la sua storia, i suoi pionieri, i teatri del tempo, la società di quel periodo e la Barcellona Pozzo di Gotto del tempo. Un modo anche per ricordare i grandi autori, le regie, le scenografie e gli attori teatrali di ieri, per poter applaudire e ringraziare anche quelli di oggi.

Tante le professionalità artistiche e teatrali messe in campo per regalare ricordi ed emozioni allo spettatore, le stesse emozioni che certamente susciteranno i ventitrè pannelli di alcuni “genii loci” del nostro teatro cittadino di ieri e di oggi. Questi pannelli, formato 35X50,  la Genius Loci li donerà all’Assessore alla Cultura, Avv. Viviana Dottore con l’intento di poterli collocare e valorizzare, a futura memoria, nella Galleria o nel Foyer del Teatro Mandanici. Un omaggio che la Genius Loci ha voluto fare al teatro cittadino che era ed è un teatro di eccellenza. Questi i nomi: Iole Aliquò, Nino Calamuneri, Turi Canfarelli, Saverio Castanotto, Francesco Chianese, Luigi Coppolino, Giovanni Corica, Melo Corica, Sebastiano Crinò, Vittorio Currò, Franco Cutroni, Giovanni De Pasquale, Melo Freni, Matteo Gentile, Biagio Leto, Michele Mazzù, Domenico Mercadante, Vittorio Paciello, Giusy Pino, Giuseppe Pollicina, Giuseppe Raffa, Antonio Rizzo, Michele Stilo, Nino Trapani.

Un riconoscimento alla memoria, alla carriera, al lavoro, ai sacrifici di tanti che hanno portato in scena la cultura del teatro.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome