Al cinema Orione di Bologna Telling my son’s land racconta la vita di Nancy Porsia

0
449

Mancano ormai poche ore per la proiezione di ‘Telling my son’s land’ che si terrà stasera alle ore 21.30 presso il   Cinema Orione di Bologna, film documentario di Ilaria Jovine e Roberto Mariotti. La pellicola è incentrata su Nancy Porsia, unica giornalista internazionale a raccontare la Libia post Gheddafi, diventando una dei massimi esperti del Paese.

All’evento saranno presenti i registi e in collegamento Nancy Porsia.

Nancy Porsia, giovane giornalista freelance, si reca per la prima volta in Libia nel 2011, quattro giorni dopo la morte di Gheddafi. Trasferitasi definitivamente nel Paese, per un lungo periodo è l’unica giornalista internazionale a raccontare il suo travagliato processo di democratizzazione, diventando uno dei massimi esperti del paese nord africano. A causa della pubblicazione di una scottante inchiesta sulla collusione della Guardia Costiera Libica con il traffico di migranti, nel 2017, è costretta a lasciare il paese. Dopo tre anni, la terra di suo figlio continua ad essere pericolosa per la sua sicurezza, ma lei non si arrende a rimanerne lontana.

I ricordi, le riflessioni, le confessioni richieste e concesse dalla  nostra protagonista – sottolineano i registi – sono finalizzati alla creazione di un’auto narrazione che, ricostruendo l’esperienza umana, professionale e  politica di Nancy, consente agli spettatori di addentrarsi anche negli aspetti più personali del giornalismo freelance in aree di conflitto, nonché nelle ripercussioni psicologiche dell’essere reporter di guerra, laddove ad essere una giornalista  di guerra è una donna, che decide poi di diventare madre. Sullo sfondo, la purtroppo ancora attualissima questione libica e  la connessa, insanabile, piaga del traffico di migranti”.

Distribuito da Blue Penguin Film,  ‘Telling my son’s land‘ si avvale del soggetto e della sceneggiatura di Ilaria Jovine, del montaggio dei registi con Francesca Sofia Allegra, delle musiche originali di Silvia Leonetti, della direzione della fotografia di Roberto Mariotti, del sound design di Daniele Guarnera e della color correction di Gianluca Sacchi.

Il documentario è stato presentato in concorso in numerosi festival internazionali, tra cui: Biografilm Festival, Matera Film Festival, Mònde 2021, Sguardi Altrove International Women’s Film Festival e Verzio Documentary Film Festival.

Un evento da non perdere per comprendere pienamente la recente storia internazionale.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome