Doppia presentazione al Museo Epicentro

0
208

Sabato 28, alle ore 19. 00, nell’incantevole scenario del Giardino del Museo Epicentro, dove natura e bellezza si sposano, avrà luogo la presentazione del volume Sport, vita, storia e cultura a Barcellona Pozzo di Gotto, anni ’70. L’evento, che rientra nel ciclo di eventi denominato il Maggio dei Libri, non sarà la solita presentazione, ma un evento speciale vissuto e raccontato da due personaggi barcellonesi, Nino Abbate e Salva Mostaccio, che sì raccontano e raccontano in due libri la loro storia e ricca di avvenimenti vissuti negli anni ‘70 Barcellona Pozzo di Gotto.

Nino e Salva, storicamente sono la continuità di una generazione di personaggi barcellonesi che hanno lasciato una traccia nello sport e nella cultura nel territorio barcellonese. Con la loro passione di fare arte e cultura sono testimoni diretti di fatti e avvenimenti sociali di un periodo che le nuove generazioni non conoscono. Da un vissuto sportivo come l’atletica leggera che ha dato grandi campioni che hanno rappresentato non solo la città di Barcellona Pozzo di Gotto, ma anche l’Italia all’estero con Nino Abbate, convocato nella Nazionale Italiana di maratona nel 1975 a Furth, in Germania Federale, merito del compianto Nino Alberti, allenatore della Fiamma Tirrenica che ha lanciato tanti giovani nello sport togliendoli dalla strada, che si sono affermati anche a livello nazionale.

Tutto questo e altro è raccontato da Nino Abbate nel volume “Sono arrivato alla soglia di essere un grande maratoneta”.

Il tessuto sociale in quegli anni era ricco di altri avvenimenti vissuti da una gioventù che cercava di ribellarsi alla società, cercando una propria identità. Allo stesso modo la poetessa e artista Salva Mostaccio nel libro “racconti di Vita” mette in evidenza questi aspetti, dall’emarginazione sociale, al bullismo, trascrive fatti e personaggi del mondo familiare e popolare, rispecchia la qualità delle esperienze vissute con dei testi poetici che saranno intervallate con i racconti di Nino Abbate.

 

A questo evento artistico culturale sono invitate tutte le persone di qualsiasi età, perché saranno raccontati dei momenti di vita che hanno vissuto o che non conoscono. Niente sarà più come prima, ma il sapere e la conoscenza ci rendono migliori.

L’evento sarà a ingresso libero e si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anticovid.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome