Salute e bene comune al centro dell’educazione civica

0
174

Prende il via, a partire dal 14 febbraio la realizzazione della prima azione prevista nell’Accordo di collaborazione triennale con la Rete Civica della Salute (RCS) e la Conferenza dei Comitati Consultivi delle Aziende sanitarie e ospedaliere (CCA)e indirizzata ai 249 Istituti Superiori di II grado della Sicilia.

Dedicata alla Salute come Bene Comune quale focus dell’insegnamento trasversale di Educazione civica, l’intesa prevede una prima fase di preparazione dei formatori con  lo svolgimento di 4 webinar formativi regionali, che saranno inaugurati, il 14 febbraio, dall’indirizzo di saluto di Bernardo Giorgio Mattarella, Comitato Tecnico Scientifico per l’Educazione Civica del Ministero dell’Istruzione, e dagli interventi introduttivi di Stefano Suraniti, direttore USR Sicilia, Pieremilio Vasta, coordinatore regionale RCS, Pier Francesco Rizza, presidente Conferenza CCA, e Bernardo Moschella, dirigente USR Sicilia, Ignazio Testoni, docente assegnato all’USR Sicilia sui Progetti Nazionali.

I 4 webinar, preparatori e formativi per assicurare omogeneità ed equità didattica in tutte le Scuole, si terranno il 14 febbraio, il 23 febbraio, il I marzo e il 9 marzo, sempre dalle ore 15 alle ore 18. Parteciperanno sia i docenti (un massimo di 3 per istituto) sia i tutor civici della Rete. I contenuti dei seminari saranno gli obiettivi formativi dei percorsi interdisciplinari di educazione civica nelle scuole, co-progettati tra RCS e USR. Seguirà la seconda fase degli incontri in presenza con gli studenti che vedranno la partecipazione non solo dei docenti incaricati ma anche dei Riferimenti Civici tutor che hanno aderito in misura massiccia al programma garantendo il sussidio in tutti gli istituti Superiori di II grado del territorio siciliano.

Educazione civica e Salute Bene Comune: le ragioni, gli obiettivi e le azioni dell’Accordo di collaborazione USR – RCS” il tema al centro del seminario del 14 febbraio che registrerà la master class di Guido Giarelli, coordinatore nazionale Sociologi della Salute, e le relazioni di Anna Maria Di Falco, Riferimento Civico della Salute, dirigente scolastico, formatrice, di Emilia Germanà, Riferimento Civico della Salute di Palermo, esperta, e di Maria Grazia Romano, referente Scuola RCS, docente.

Su “Approccio One Health: verso un modello sanitario basato sull’integrazione di discipline diverse grazie al riconoscimento del fatto che la salute umana, la salute animale e la salute dell’ecosistema sono legate indissolubilmente” il webinar del 23 febbraio si svilupperà con la master class di Stefano Zamagni, economista, presidente Pontifica Accademia delle Scienze Sociali, la relazione di Annarosa Favretto, sociologa dell’Università di Torino, le testimonianze di Margherita Ferrante, ordinario di Igiene generale e applicata e direttore Igiene ospedaliera del “Policlinico – San Marco” di Catania, e Giada Li Calzi, Social Innovation Manager Irccs G. Gaslini di Genova.

All’ambiente e, in particolare, alla responsabilità dei singoli, dal ciclo integrato dei rifiuti alla lotta agli sprechi, è invece dedicato il seminario del I marzo. Relatori saranno Giuseppe Pollicino, Presidenza Regione Siciliana, Felice Cavallaro, presidente “Strada degli Scrittori”, giornalista, Valentina Caminneci, archeologa, Salvatore Cocina, dirigente generale Dipartimento Protezione Civile Regione Siciliana, Antonino Lo Brutto, esperto di politiche attive per l’ambiente e coordinatore provinciale RCS di Agrigento. In programma le testimonianze di Giuseppe Mazzotta, WWF Sicilia Area Mediterranea, Manuela Leone, CEO New Circular Solutions, Tommaso Castronovo, Legambiente Sicilia, Gero La Rocca, amministratore unico di Ecoface Industy s.r.l., presidente Giovani Imprenditori Confindustria Sicilia.

Su “Il virus, l’infodemia e la mission della RCS. Il ruolo della comunicazione” il quarto e ultimo webinar (9 marzo) che sarà curato da Iria Cogliani, Alessia Cotroneo e Giuseppe D’Avella (iTAM srl, Parliament Watch Italia) e registrerà le testimonianze di Salvatore Gullotta, coordinatore provinciale RCS Catania, medico di famiglia, Paolo Rugolo, coordinatore provinciale RCS Palermo, avvocato, Giuseppe Adernò, Riferimento Civico della Salute, dirigente scolastico emerito, Presidente Unione Cattolica Stampa Italiana, sezione di Catania.

Queste le premesse di una didattica attiva per una scuola che guarda al futuro.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome