La Rinascente di Palermo presenta l’olio novello La Vucciria

0
302

Weekend impegnativo per la Rinascente di Palermo che ha visto la presentazione della limited edition   dell’olio novello biologico evo Nocellara del Belice del marchio siciliano La Vucciria, nata per celebrare i cinque anni dalla sua fondazione. Prodotto interamente artigianale, ideato da Antonio Di Dio e Diana De Concini, si tratta  di un’edizione limitata e numerata di soli 1000 esemplari imbottigliati nei frantoi siciliani Saalga Trinacria Agricola, con cui La Vucciria ha stretto una partnership per la molitura, produzione, imbottigliamento e distribuzione mondiale.

Il packaging è stato curato in ogni dettaglio dalla de Concini, in omaggio ad un ritorno all’artigianalità. «Abbiamo scelto – ha spiegato la creativa del marchio, originaria di Bolzano – una bottiglia trasparente, più tipica dei distillati, con il sigillo in gommalacca, generalmente destinata ai vini più pregiati e alle riserve. L’abbiamo voluta rossa come i tendoni della Vucciria, il mercato di Palermo che ha ispirato la nostra avventura imprenditoriale nel 2016. Ogni bottiglia è avvolta in carta da coppo, chiusa da spago, e punzonata a mano con il bollino della stidda, simbolo del marchio e di Sicilia».

Le mete estere della nuova collection La Vucciria

A seguire, la collection di olio novello La Vucciria sarà in vendita oltre che nei punti vendita della Rinascente in Italia e online, nei mercati esteri di Parigi, in Francia e a New York, Usa, in esclusiva in due importanti grandi magazzini. «La Vucciria, dopo aver conquistato con la sua qualità, e con l’originalità del packaging, l’iconica lattina, gli Stati Uniti, guarda con interesse al mercato del sud est asiatico» racconta Antonio Di Dio, imprenditore e figlio d’arte, nato nel mondo della moda.

«Durante questo stop forzato dovuto alla pandemia, – aggiunge Di Dio, presentando la nuova filosofia green de La Vucciria – abbiamo acquisito terreni per piantare nuovi alberi. Ci siamo letteralmente ritirati in campagna e riportato a nuova vita fondi agricoli della zona di Pettineo e della Valle dell’Halaesa, famosa per gli alberi millenari della cultivar Santagatese e cuore pulsante della nostra azienda. Non solo – conclude – per un investimento economico ma per dare una mano all’ambiente e al futuro dei nostri figli. Contiamo di arrivare entro due anni a piantare 2000 nuovi ulivi».

La presentazione proseguirà domani da ore 11.00 alle ore 19.00

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome