In Giappone per scoprire la distilleria di Suntory

0
396

Questa settimana per la rubrica #ilgirodelmondoconglispirits si torna in Giappone. Costruita nel 1972, la terza distilleria di Suntory, nel porto di Nagoya è di gran lunga la più grande del Giappone nella produzione di whisky di grano di alta qualità per i blended della casa Suntory. Qui si produce il whisky The Chita, che utilizza principalmente mais e produce tre tipi di grain whisky: il più pesante viene distillato usando l’alambicco continuo e impiegando le classiche 2 colonne, quello di tipo medio tre e per il distillato più leggero la distilleria utilizza addirittura un passaggio in 4 colonne.

Il The Chita, distribuito in Italia da Stock Spirits, è un single grain whisky, senza definizione d’età, maturato in un mix di botti di legno di rovere pregiato americano ex-bourbon, spagnolo ex-sherry e in botti di rovere europea ex-vino. Il sapore di The Chita è complesso ed esplode al palato con sensazioni delicate, equilibrate ed eleganti. Al primo assaggio spiccano l’aroma fresco e floreale di erba, cereali e miele e note di vaniglia, limone e banana che persistono all’olfatto. Il gusto del pane appena sfornato arriva deciso lasciando traccia tra i sentori di fiori e zenzero.

Ancora una volta il Giappone ci regala uno spirits dolce e morbido, sapore di pane appena sfornato, ma anche miele e sentori di fiori impreziosito da un finale delicato e armonioso, note di vaniglia, zenzero, cereali e caramello e leggera salinità

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome