Scocca l’ora zero per The Arch, da lunedì al cinema

0
254

3, 2, 1. Il giorno zero è finalmente arrivato. Lunedì uscirà in sala The Arch., film evento, primo lungometraggio realizzato e prodotto da Alessandra Stefani, fondatrice della Scarabeo Entertainment.

Il film sarà presentato il 27 settembre dalla regista, al fianco della quale ci saranno Roberto Farneti, docente dell’Università di Bolzano, Ugo di Tullio, docente dell’Università di Pisa, Marco Dentici,  David di Donatello con il film dal titolo Vincere all’Adriano di Roma, e il 28 settembre a Milano all’Ariosto Anteo Spazio Cinema dalla regista, da Roberto Farneti e dal prof. Ugo di Tullio.

Dada, architetto italiano, si imbarca su un volo per l’Australia. Inizia cosi per lui  un viaggio epico attraverso quattro continenti per parlare con importanti architetti che fungono da oracoli del nostro tempo, rivelando come il destino dell’umanità prende forma attraverso il mezzo dell’architettura.

Queste conversazioni offrono a Dada nuove prospettive e sollevano anche nuove domande.

La qualità della vita dovrebbe essere l’unico obiettivo per le generazioni future? Cosa significa realmente qualità della vita? Siamo sull’orlo di una società più inclusiva in cui giocare, imparare, lavorare e vivere avverranno nello stesso luogo? La fine della cultura automobilistica lascerà il posto a un ambiente socialmente più interconnesso? Qual è il ruolo della tecnologia nell’ambito delle costruzioni? Come viene interpretata la sostenibilità ora e cosa significherà nel futuro? Dai grattacieli high-tech di Seoul alle antiche rovine di Teotihuacan, Dada espone le controversie nell’architettura del nostro Tempo sollevando domande fondamentali. Gli architetti saranno in grado di adattarsi alle sfide di un pianeta più affollato? Gli umani saranno in grado di costruire un futuro vivibile? Nel tentativo di trovare risposte, gli architetti ci porteranno alla fine a riscoprire un significato perduto e ciò che conta davvero.

“Ho deciso di realizzare questo film – dichiara Alessandra Stefani – per un pubblico di viaggiatori cosmopoliti adulti, impegnati a rimanere in contatto con un mondo modellato dall’architettura. The Arch. è un racconto di scoperta di sé e rivelazione che fa eco al viaggio archetipico di un eroe (Dada) e ai suoi incontri quasi magici. Dal punto di vista del protagonista, l’architettura è l’apparenza delle cose, il segno esteriore che rivela mentalità, abitudini sociali e la visione del futuro. Volevo collegare il passato al futuro, l’est con l’ovest. Il personaggio di Dada è un dispositivo, un veicolo per forgiare questa connessione. Grazie a lui incontriamo gli straordinari architetti, che ci guidano verso una comprensione più profonda di concetti come la responsabilità, la sostenibilità e la felicità. In un crescendo di suggestioni e provocazioni, attraverso il Tempo e l’esposizione alla vita, Dada si trasformerà in un essere umano completamente nuovo”.

L’evento sarà replicato anche il 28 e il 29 settembre.

Queste le premesse di un esordio cinematografico assolutamente da non perdere, che indurrà il pubblico  a profonde riflessioni, regalandogli altresì incredibili emozioni.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome