Da oggi in libreria Tsunami, l’ultimo regalo di Stefano D’Orazio ai suoi fans

0
173

Esce oggi,  come previsto, l’opera dal titolo  ‘Tsunami’, scritto da Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh morto lo scorso novembre. Un progetto questo a cui il  musicista aveva dedicato tutte le sue energie nell’ultimo anno e al quale teneva moltissimo.  Per tale motivo Tiziana Giardoni ha deciso di pubblicarlo onorando l’impegno dell’artista.

L’opera edita da La Corte racconta la storia di Walter. L’uomo ha  56 anni, vive a Milano ed è un importante pubblicitario che ha dedicato tutta la vita al lavoro, creando a poco a poco distanze incolmabili dalla sua famiglia. Ma a un tratto sembra che tutta l’esperienza e il talento che lo hanno sempre caratterizzato non bastino più. Una nuova generazione sta mettendo all’angolo la sua e lui si sente improvvisamente fuori tempo. Decide allora di lasciare tutto e fuggire in Polinesia.

La barca è sempre stata la sua passione, ma quando decide di intraprendere un viaggio alla scoperta delle Galapagos, viene travolto da un terribile tsunami che stravolge ogni suo piano.
Costretto su un’isola deserta, con la sola compagnia di un gatto clandestino, sarà obbligato a mettersi completamente in gioco e affrontare il suo passato, le sue paure,  e un gruppo di trafficanti di armi che rappresentano allo stesso tempo un pericolo mortale e la sua unica possibilità di salvezza.

Tsunami è quindi il racconto di una seconda opportunità, del coraggio di prendere in mano la propria vita, mettersi in gioco e superare i timori e le ansie. D’Orazio – già autore di due libri autobiografici – teneva moltissimo a questo nuovo progetto:

Walter in parte è la rappresentazione stessa delle sue scelte, la decisione di lasciare la sua vita da “suonatore di tamburi”, come amava definirsi e trovare in Pantelleria la “sua” isola, dove dare vita a nuovi progetti e nuovi stimoli, in cui scrivere per il musical e di sé, sotto lo sguardo sornione di Prilly, la sua amata gatta.

Tsunami rappresenta quindi l’ultimo dei regali che ci ha fatto il grande Stefano D’Orazio che con  la sua musica ha catturato intere generazioni facendoli sognare, e talvolta dandogli anche delle  risposte. Perché la musica ha anche questo potere; suggerire risposte laddove sembra non ce ne siano. E allora grazie Stefano, una volta in più!

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome