Asterix e Obelix contro Cesare ispira il drink di Alessio Ciucci

0
150

Per la rubrica Drinkiamocoifilm questa settimana vi proponiamo il drink Gallia LXXV del bartender Alessio Ciucci.

Ispirato al film ‘Asterix & Obelix contro Cesare‘, di Claude Zidi, 1999, il cocktail è una variante del classico French 75 e si ispira al primo di quattro film ispirati ai fumetti di René Goscinny e Albert Uderzo. Attestato come il più costoso mai realizzato in Europa, anche a causa delle 1.500 comparse assunte e ai numerosi effetti speciali.

Composto da 4 cl Seven Hills Italian Dry Gin, 2 cl vodka aromatizzata con il grasso della pancetta (fat washing),
3,5 cl succo di limone, 2,5 cl sciroppo di cannella, limone e zenzero,1 cl Amaro Formidabile e Top champagne, nel drink il Seven Hills Gin  rappresenta Giulio Cesare, antagonista dei due galli, rappresentati dal romano Amaro Formidabile, mentre lo champagne rappresenta il villaggio della Gallia e la vodka aromatizzata alla pancetta rappresenta il cinghiale, pietanza preferita dei due protagonisti.

Lo sciroppo alla cannella e zenzero rappresenta il bosco che circonda il villaggio, dove potreste trovare qualche cinghiale o qualche legionario romano, mentre la modalità di servizio ricorda la pozione che il druido Panoramix prepara per i suoi conterranei. Una variante che è una pozione, con tanto di fumo, che dona energia a chi lo beve… Unica avvertenza: non fatelo bere ad Obelix!

Come prepararlo? Per prima cosa aromatizzare la vodka con il metodo fat washing: congelare per 24 ore la vodka e il grasso della pancetta e filtrare, per togliere il grasso, ma non il sapore. Per creare il drink, versare il Seven Hills Gin, la vodka aromatizzata, il succo di limone e lo sciroppo in uno shaker con il ghiaccio e shakerare. Affumicare una caraffa con la corteccia di arancia e chiuderla per non far disperdere il fumo. Versare nella caraffa il drink filtrato, quindi versare il drink nel bicchiere con, sul fondo, un goccio di Amaro Formidabile e dello champagne a un terzo del bicchiere. Il tutto, scenograficamente, di fronte all’ospite, mostrando anche il fumo che esce dalla caraffa e servire con una mini-caraffa, simile a un vetrino per gli esperimenti, che contiene la parte ‘sour affumicata del cocktail.

E allora lasciamoci ispirare dalla Gallia LXXV, chissà se incontreremo Obelix?

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome