Nettuno: al via la 18° edizione di Guerre e Pace FilmFest

0
147

Ancora pochi giorni d’attesa  e si riaccenderanno i riflettori su Guerre & Pace FilmFest, che si svolgerà dal 20 al 26 luglio  nella suggestiva cornice del Forte Sangallo di Nettuno. Giunta alla diciottesima edizione,  la rassegna, diretta da Stefania Bianchi, rappresenta una vetrina  dedicata al cinema di guerra e di pace con proiezioni di lungometraggi e documentari, in collaborazione con Cinecittà Luce, oltre alla presentazione di un libro.

La manifestazione, che  si svolgerà nel pieno rispetto delle norme vigenti inerenti l’emergenza Covid-19,  presenta un fitto calendario di proiezioni. Lunedi 20 luglio alle ore 21.30, il festival inaugura con il documentario ‘Alla mia piccola Sama’, diretto a quattro mani da Waad Al-Khateab ed Edward Watts, Un viaggio intimo nell’esperienza femminile della guerra, una lettera d’amore di una giovane madre a sua figlia.

Due le proiezioni di martedì 21, alle ore 21.30, ‘Maestro’, documentario firmato da Alexander Valenti, il racconto di un italiano, Francesco Lotoro, che da oltre 20 anni, da solo si dedica a una missione di portata universale: cercare, rintracciare, archiviare ed eseguire la musica composta nei campi di concentramento della Seconda Guerra Mondiale. A seguire, alle ore 22.45, il documentario del regista Massimo Martella, che racconta due famosi ritratti della pittura italiana salvati dalla furia della guerra in ‘Nel nome di Antea’. Quando un Paese entra in guerra, a cosa va incontro il suo patrimonio artistico?

Mercoledì 22 luglio, alle ore 21.30, l’incredibile storia di cinque ragazze al tempo della guerra in Vietnam, raccontata da Wilma Labate in ‘Arrivederci Saigon’. Armate di strumenti musicali, le cinque giovani partono dalla provincia toscana per una tournée in Estremo Oriente. Sognano il successo, ma si ritrovano in guerra. E’ il 1968 e la guerra è quella vera del Vietnam. Dopo cinquant’anni “Le Stars” raccontano, in questo documentario, tutto al femminile, la propria avventura. Ken Loach e il suo capolavoro ‘Il vento che accarezza l’erba’, film vincitore della Palma d’Oro a Cannes, sono i protagonisti della serata di giovedì 23 luglio, a partire dalle ore 21.30. Ambientato nell’Irlanda del 1920, il film racconta di Damien, che lascia una futura, brillante carriera di medico per unirsi al fratello Teddy nella lotta contro l’egemonia britannica. .

Venerdì 24 luglio la serata si apre alle ore 21.00 con la presentazione del libro di inchiesta, denuncia e amore ‘Matrimonio Siriano – Un nuovo viaggio’, alla presenza dell’autrice, la giornalista Rai Laura Tangherlini. Il volume risponde a domande quali: Come si sopravvive da profughi siriani? La guerra è davvero finita? Un racconto che si snoda attraverso le voci delle vere vittime, di chi scappa e di chi ha paura a tornare. A seguire, alle ore 21.45, il lungometraggio ‘Harrison’s Flowers’, diretto da Élie Chouraqui e interpretato da un ricco cast che comprende Andie MacDowell, Elias Koteas, Gerard Butler e Adrien Brody. Il film racconta di Harrison Lloyd, fotografo vincitore del Premio Pulitzer, in viaggio nella ex Yugoslavia per registrare, con l’arte, quella che sembrava ancora una piccola guerra. Ben presto non si hanno più notizie dell’uomo. Solo il coraggio e l’amore della moglie riescono a sconfiggere il cinismo e riportare il compagno a casa. Sabato 25 luglio, alle ore 21.30, il film ‘Le due vie del destino’, di Jonathan Teplitzky, con Colin Firth e Nicole Kidman. Durante la Seconda Guerra Mondiale, un ufficiale britannico viene catturato a Singapore e costretto ai lavori forzati.  Guerre & Pace FilmFest si concluderà domenica 26, con la proiezione di ‘Amore senza confini’, diretto da Martin Campbell e interpretato da Angelina Jolie e Clive Owen.
Queste le premesse di un festival che saprà regalare al suo pubblico infinite emozioni.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome