Cobra non è, un debutto cinematografico da non perdere

0
360

Mancano soltanto due giorni all’esordio cinematografico di Mauro Russo che giovedì uscirà con la pellicola dal titolo Cobra non è, direttamente su Prime Video, e  già fioccano le prime indiscrezioni.  Dopo Christian Cordella, costume concept artist e fumettista Marvel che ha firmato la locandina ecco farsi strada un altro nome altisonante, quello di Il Maestro Ruggero Deodatoregista-cult di Cannibal Holocaust, il quale  ha realizzato una scena inedita di tortura per il film Cobra non è.

La scena, che rappresenta il ritorno dietro la macchina da presa di Deodato è un omaggio al cinema di genere italiano degli anni ’70 e ’80 tanto amato da Quentin Tarantino e quindi una grande occasione per il pubblico di poter ammirare su schermo la sua creatività e bravura. Deodato, discepolo di Roberto Rossellini e conosciuto in tutto il mondo per la regia di film estremi quali: Cannibal Holocaust, Inferno in Diretta, Ultimo mondo cannibale, Uomini si nasce poliziotti si muore, è anche autore di fortunate serie RAI di successo come I ragazzi del Muretto Noi siamo Angeli e di numerosi spot pubblicitari. Autore apprezzato da registi hollywoodiani come Tarantino, Oliver Stone, Eli Roth, per il quale ha interpretato un cameo come attore in Hostel: Part II.

Questa apparizione nel film di Roth – ricorda Deodato – è stata molto amata da tutti i fan dell’horror e dei thriller e anche da Mauro Russo, che mi ha voluto conoscere e per cui è nata questa collaborazione. Sono stato tre giorni sul set di ‘Cobra non è’, apprezzando la creatività di Mauro, che considero a tutti gli effetti un talentuoso regista emergente. Sono rimasto sorpreso – sottolinea Deodato – quando ho poi visto il film sullo schermo: tanta inventiva, elegante, ben recitato. Un film di serie AAA!”.

La pellicola si avvale di un grandioso cast composto da Gianluca di Gennaro, Denise Capezza, Nicola Nocella, Federico RosatiDaniel TerranegraTeodoro Giambanco, Haroun Fall, Alessandra Alfieri, Gigi Savoia, Roberto Zibetti e Matteo Baiardi, e di numerose collaborazioni musicali  quali Elisa, Max Pezzali, Clementino, Tonino Carotone, e videomaker come Il Pancio ed Enzuccio, che hanno tutti accolto con entusiasmo la propria partecipazione al progetto. Realizzato con il contributo di Apulia Film Fund della Regione Puglia e con il sostegno di Apulia Film Commission, il film si avvale di un’ulteriore, prestigiosa, collaborazione: quella di Christian Cordella, fumettista costume concept artist Marvel che ha realizzato la locandina del film.

La storia della crime comedy si sviluppa in una notte e racconta di Cobra e Sonny, rapper e manager cresciuti nel degrado di chissà quale periferia, che hanno trovato negli anni il loro riscatto attraverso la musica. Per risollevarsi da un imminente fallimento, dopo anni di successo, Sonny, all’insaputa del suo assistito, ottiene un appuntamento con un’importante casa discografica e riesce a convincere il capo della major di una fantomatica collaborazione di Cobra con uno dei DJ producer più richiesti: LAZY B. Questo, contattato dal manager, accetta di entrare in sala di registrazione, ma all’ultimo momento, dopo un incontro per definire il tutto, cambia idea, aumentando la propria richiesta economica. Cobra scopre che Sonny ha già contattato un vecchio amico d’infanzia, l’unico disposto a concedergli un prestito: l’Americano, divenuto ormai un criminale. Dopo le varie rimostranze del rapper, che ormai è a un bivio della propria vita, i due giungono nella villa dell’Americano. L’uomo accorda il prestito ai due, ma in cambio chiede un favore: consegnare una valigetta a un uomo. Dal momento in cui la valigetta è nelle mani di Cobra e Sonny, i due affronteranno una serie di peripezie, fatte di equivoci caratterizzati da eccentrici personaggi e un passato mai dimenticato, che tornerà in maniera inaspettata, nella vita del rapper.

Questi gli elementi di un prodotto cinematografico che, siamo certi, non deluderà il suo pubblico.

 

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome