Due passi sono strega la platea del Teatro Alfieri di Naso

0
289

Travolgente successo per la pièce dal titolo Due passi  sono andata in scena al Teatro Alfieri di Naso nell’ambito della stagione teatrale “Il teatro siamo noi – #diversamentegiovani, diretta da Oriana Civile.

Tante sono state le tematiche affrontate  con ironia e delicatezza come il significato di amarsi non fino alla morte, ma per sempre; le difficoltà del contatto sia fisico che mentale; superare la barriera dell’esterno non come spazio ma come pregiudizio; l’amore che richiama a sé l’attenzione all’altro dissipandola dall’esasperato atto di prendersene cura. Solo dopo aver passato situazioni realmente critiche si è in grado di apprezzare le piccole cose, come uscire a fare due passi ed incontrare persone immerse nella loro routine.

La promessa eterna di un amore particolare che si giurano i due personaggi passa dalla mancanza, dall’assenza di ciò che non si vedeva, come il mito della caverna di Platone, per poter arrivare, una volta cambiata la prospettiva, vinte le sovrastrutture negative del vivere quotidiano, ad apprezzare la presenza, la verità.

Degna di nota la creazione dell’ambiente sul palcoscenico grazie al disegno luci di Roberto Bonaventura che ha saputo rendere fondamentale e parte integrante la luce e il buio nella vita dei personaggi scandendone ritmo e stati d’animo.

Prossimo appuntamento è per domenica 16 febbraio alle ore 18.30 con lo spettacolo dal titolo “Viaggio immaginario nella Sicilia della memoria” dell’eclettico musicista siciliano Pippo Kaballà, accompagnato dal pianista e fisarmonicista Antonio Vasta.

Ancora una volta le emozioni hanno avuto un ruolo da protagonista avvolgendo in caldo abbraccio il pubblico presente.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome