Cresce l’attesa per il debutto degli Esoscheletri al MUST di Catania

0
195

Ultime ore d’attesa per gli Esoscheletri di Sasà Neri che sabato, in doppio spettacolo, alle ore 18.00 e alle ore 21.00 debutteranno al MUST Musco Teatro di Catania. Sul palco sei performer più una che  interpreterà  Ofelia daranno vita a degli  stati progressivi verso la follia. Ma poi, tutte e sette, resteranno presenti, come se quella follia e quella morte avessero troppo poco mordente rispetto alla verità.  La figura di  Amleto sempre in lotta  con lo spettro del padre, sembra in realtà attorniato solo dai fantasmi da lui stesso creati.

La storia dell’Amleto di Shakespeare viene qui riscritta  alla maniera degli Esoscheletri, cosicché non scompaiono mai tutti quelli che la storia vuole scomparsi. Forse anche quelli che non muoiono sono essi stessi più proiezioni che personaggi. Forse l’intera vicenda può riavvolgersi su se stessa all’infinito, perché nessuno finisce davvero.

L“Hamlet” di Sasà Neri  è  una tragedia black e gotica che mischia le vibrazioni della musica a quelle della prosa, il canto alla danza, e tutti assieme alla pittura, con l’artista Solveig Cogliani sul palco a dipingere, in “presa diretta”, delle emozioni in circolo.

Al fianco di Neri il ventiduenne Giulio Decembrini, direttore musicale e corale, firma di tutti gli arrangiamenti che compongono il tappeto di note dello spettacolo.  E on stage (ma non solo on stage) i 32 attori-performer dello spettacolo con Giacomo Cimino nel ruolo del titolo, Martina La Rosa in quello dell’Ofelia “prevalente” e Riccardo Ingegneri in quello del Re zio e patrigno.

Dopo la tappa catanese, il Teatro degli Esoscheletri sarà a Palermo il I dicembre con “Judas, the guess” (già rappresentato nelle acropoli di  Selinunte e Marsala, al teatro antico di Tindari e al Teatro di Amelia) e andrà a fine dicembre a Matera a conclusione dell’anno da capitale della cultura europea con la nuova versione della performance-monstre di 12 ore “Mothers’ Colors”.

Queste le premesse di uno spettacolo  che saprà regalare al pubblico infinite emozioni.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome