Il regista Salvo D’Angelo torna sul grande schermo con il film Padre Nostro

0
224

Il regista messinese Salvo D’Angelo sta per tornare  sul grande schermo. Per Padre Nostro, la sua ultima fatica cinematografica, il regista si è ispirato ai polizieschi anni 80, uno dei suoi generi preferiti, di cui si è persa ogni traccia.

Prodotto da Giaguaro film e girato tra paesini vari della Sicilia e Napoli la  pellicola, interamente in bianco e nero, racconta lo scontro  tra due cosche mafiose per il controllo del territorio. Figura emblematica del racconto è un prete di dubbia moralità.
Padre Nostro si può classificare come un film corale, un noir dove tutti sono protagonisti, dal primo all’ultimo,  ogni personaggio ha la sua piccola storia personale.
Un mix di emozioni forti, crimine, intrigo, violenza, ricatti e passione. Un racconto dove pure se  i protagonisti sono i cattivi e non sempre le storie finisce a lieto fine, c’è sempre il buono di turno che si sacrifica per una giusta causa, lasciando uno spiraglio di speranza che le cose possano cambiare…

Una storia da cardiopalma che lascerà lo spettatore senza fiato!
Tra le new entry ci sono gli attori napoletani Anna Cinelli, Ciro Cocozza, Lucia Cassini, Emma Avallone, Tony Pupo, Peppe Iannacone e MariaGrazia Liquori, accanto ai quali troviamo  i baby model dell’agenzia di moda di Laura Campanozzi: Lorena Fiorentino, Giole Costa, Brenda Bruno, Marta Venuto, Ilaria Buzzanga, Asia e Anita La Spina.

Tra i protagonisti principali spiccano i nomi di Enzo Sofia, Eleonora Cantarella, Giusy Vinci, Giulia Scotto, Mary Abbate, Attilio Minutoli, Piero Abbate, Gianni Marra e Santi Munao’,
con la partecipazione straordinaria del cantante Maurizio La Rocca, Adele De Francesco, Antonello Di Buono e l’imprenditrice Carla Bocchieri.
La colonna sonora è firmata da Salvatore Minutoli. Il film è dedicato in memoria dell’attore Messinese Domenico Minutoli, scomparso di recente.
Il film sarà proiettato in anteprima  al cinema Apollo di Messina il 27 Novembre alle ore 20.30.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome