Street food – Sicily on Tour alla conquista di Calderà e Mazzarrà Sant’Andrea

0
497

Anche per Rocca di Capri Leone lo “Street Food – Sicily On tour” è stato un successo già annunciato e così forte di questo, cosi come dei precedenti successi la kermesse enogastronomica annuncia le prossime tappe. Dopo Rocca di Capri Leone, dal 10 al 13 agosto arriverà a Calderà e poi dal 24 al 27 agosto si lancerà alla conquista di Mazzarrà Sant’Andrea.

Rocca di Capri Leone è stato un paesino tutto da scoprire che “non ha nulla della Savana”. Abbarbicato sui Nebrodi si trova contemporaneamente a meno di un chilometro da una gradevole riviera. Posizione strategica per accogliere il primo  Street Food che ha fatto straripare la piazza Gepy Faranda con un timbro che risuona in tutta la regione.

Turisti e residenti hanno afferrato il richiamo di questa manifestazione che ha dimostrato di essere da giovedì 3 agosto a domenica 6 agosto un esauriente volano di desideri per chi cerca un insieme di situazioni divertenti in un unico posto. La cucina tradizionale della Trinacria è sempre il. canovaccio che unisce persone di ogni età e di ogni professione.

A tessere la tela per la sesta tappa del suo Format culturale è ancora Claudio Prestopino che ha “srotolato” le sue casette bianche e blu (ormai inconfondibili come una “stella cometa”, stavolta in numero di sedici), insieme ai suoi compagni imprenditoriali dell’enogastronomia e ha già annunciato durante la prima sera di rassegna che ci saranno altre due tappe ad agosto, un chiaro segno del consenso ottenuto in questa sua maratona del gusto.

“Continueremo con questo ritmo incalzante fino alla fine dell’anno – insiste Prestopino -. Siamo stati inondati dall’affetto della gente e dalle richieste delle Amministrazioni di espletare le nostre idee di turismo ampliato alle tradizioni della cucina che diventano modernità e stiamo tentando di andare incontro alle comunità che ci garantiscono una bella trasposizione del nostro progetto. Abbiamo assunto l’impegno di raggiungere altri siti che possono essere conosciuti mediante la nostra azione di risalto delle loro singolarità; dai produttori al paesaggio”.

Il Primo Cittadino di Capri Leone Bernardette Grasso ha spiegato che questa Kermesse è stata un bell’inizio per accostare il suo comprensorio a questa varietà di attrazione turistica e di legarsi a musicisti jazz del calibro di Roy Paci e degli Ottoni Animati che si concentrano sulla cultura popolare come quella del recupero delle bande musicali, ad artisti spassosi quali la “Nuntereggaepiù Live band” e alle gag dei comici di Sicilia Cabaret “Matranga e Minafò” e de “I Respinti” fino agli sketch degli artisti di strada.

Il patrocinio del Gal dei Nebrodi rimane incollato alla Kermesse in questa sua avventura tra le vivande tipiche e gli spettacoli originali che fanno la differenza.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome