Prende il via ad Altofonte la prima edizione del Festival dell’Acqua

0
519

Quando si parla di salvaguardare l’ambiente la prima cosa a cui solitamente si pensa sono le risorse idriche. Questo perché l’acqua è l’unico elemento in grado di contrastare il surriscaldamento globale che sta pericolosamente avvolgendo la Terra.

Ed è per celebrare  questo bene così prezioso che domenica 11, avrà luogo ad Altofonte la prima edizione del “Festival dell’Acqua”.  Un viaggio culturale attraverso una mappatura d’acqua della comunità: la sorgente, le fontane e il mulino con perlustrazioni guidate.

Si andrà dunque alla scoperta di un luogo scolpito attorno all’acqua e che nell’acqua ha saputo incastonare la sua storia e la sua tradizione. Si celebrerà Altofonte che guarda alla Vallata Conca d’Oro e la sua risorsa che costruisce i nostri corpi e senza la quale non possiamo vivere e per questo dobbiamo tenere cara.

Con il “Festival dell’Acqua”, che prenderà il via domenica 11 dalle ore 10.00 alle 18.00   in Piazza Falcone e Borsellino, l’Amministrazione municipale, capitanata dal Sindaco Angela De Luca e dall’assessore Vitaliano Catanese, si prefigge di condividere soprattutto un giorno di festa nel cuore del paese con degustazioni gratuite (previa prenotazione in situ) e specifiche dell’intera Sicilia che affiancano e cavalcano il profilo turistico mettendo in luce le attrattive della propria zona e i propri cibi: uno su tutti la Nespola che battezza la 2a Edizione della “Sagra della Nespola”, una specialità proprio per l’altissima qualità dell’acqua che si rinviene tra le falde del comprensorio. La sagra si svolgerà nell’ambito dell’iniziativa più vasta, fatta di itinerari e di racconto di come si è sviluppata la Sorgente Grande, ristrutturata, che copre tutta la rete idrica della località e il tessuto sociale, di come sono nati il tragitto per arrivarci, le fontane e l’antico mulino con i mestieri correlati. La Sorgente attiva giunge in un caratteristico lavatoio che vale la pena visitare. Pregiata la produzione di Olio che, negli anni passati, era in abbondanza, grazie ai tre frantoi e che adesso è portata avanti dall’Oleificio Castellese (estraendo dal proprio frantoio) e dalla Cooperativa Coltivatori Agricoli del Parco.

L’evento, coadiuvato dall’Organizzazione della Community di “IoComproSiciliano” con in testa Davide Morici, consentirà di avere un confronto con altre aziende del Settore Enogastronomico e Agroalimentare che parteciperanno con i loro stand e le produzioni.

L’acqua, lo vogliamo sottolineare, è la nostra risorsa più essenziale ma, se la sua origine ed esistenza in un borgo caratteristico, poco conosciuto dai turisti, possono essere abbinate alle creazioni delle cantine vitivinicole di Palermo e dintorni, a quelle delle imprese casearie, al “Pasta Show” di un’icona in quest’area come “Il Pastaio Matto” (l’imprenditore e chef Salvo Terruso), al “Focaccia Show” a cura di Ted Formazione, alle grigliate di carne e all’intrattenimento musicale di un gruppo folk come “Arbaria”, tutta la confezione di ricchi frammenti turistici diventa un vanto da esportare. Ad arricchire la narrazione in stile teatrale e da menestrello sarà lo scrittore e attore Sandro Messina che accompagnerà i visitatori tra “Le Vie dell’Acqua – Percorsi tra Cunti e Canti dalle ore 10.00 alle 11.30 di domenica.  Il programma sarà cadenzato dalla Grigliata alle ore 13.00, il “Pasta Show” alle ore 15.00 e il “Focaccia Show” alle ore 16.00.

A patrocinare la giornata l’Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea con la Media Partnership di “Made in Sicily” e “Sicily.eu”.

La Città di Altofonte è una delle firmatarie del #PattoDelloJato e questo #FestivalDellAcqua è un pit stop di un tracciato, dove molte attività produttive scorrono e fluiscono per imprimere un segnale culturale della loro presenza che identifica tanto questa fascia siciliana e si impegna per incrementare la produzione di eccellenza ma che resta esigua nella branca agroalimentare per motivi geografici.

L’occasione servirà per diffondere lo splendore di uno dei siti acquiferi di Palermo e per trascorrere una splendida tappa tra gli amici di #IoComproSiciliano che incoraggia e valorizza il “Made in Sicily”.

Queste le premesse di un evento da vivere in totale armonia con la natura, rinfrescati dalla purezza dell’acqua.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome