La settimana del Progetto EPIC

0
155

Proseguono gli appuntamenti del progetto EPIC, organizzato a Messina da Mana Chuma Teatro in partenariato con Rete Latitudini e Teatro dei 3 Mestieri, allo scopo di promuovere spettacoli dal vivo nelle aree urbane periferiche.

Questo pomeriggio, alle ore 18.00, presso la Chiesa Santa Maria Alemanna avrà lo spettacolo La magia della radio (Produzione Teatro del Pane e Centro Teatrale da Ponte) di Massimo Cirri, noto conduttore radiofonico del programma cult “Caterpillar” di Radio2,  e Mirko Artuso, che saranno insieme sul palco con la partecipazione straordinaria di Salvatore Arena.

La radio è senza fili, la radio non ci chiede di abbrutirci sul divano, la radio vive anche nel buio, la radio non è invadente.

Con la sua voce inconfondibile, capace di sorridere e di emozionarsi per noi, Massimo Cirri spazia dalla ex Jugoslavia a New York, da Bertold Brecht a Linus fino a Alto Gradimento per costruire un racconto che è al tempo stesso cronaca appassionata di una vita di lavoro in radio.

La Radio, quel magico crocevia di incontri, che vive nello spazio puro del suono e si sottrae alla tirannia delle immagini per essere un luogo di libertà, in cui la musica e le parole sono ancora, fino in fondo, se stesse.

Mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre alle ore 21.00 al Teatro dei 3 Mestieri andrà in scena Calmarìa (Produzione Mana Chuma Teatro) di Massimo Barilla, che cura anche la regia insieme a Massimo Barilla. Calamarìa è una storia di resistenza ingenua e ostinata. Un salone da barba di un piccolo paese alla fine degli anni ’70.  Due amici, Melo e Felice, organici a questo ambiente in cui lavorano. È un giorno, apparentemente come tanti, immerso nell’afa di scirocco. Ma in quel giorno senza fine che durerà fino all’alba successiva, segnali strani si accumulano imprevisti: il salone sempre molto frequentato rimane vuoto, in un’attesa che diventa spazio di scoperta.

L’amore di Melo per Giusy, sorella di Felice. La vita di lei all’ombra di Michele, un marito emigrante ed enigmatico. I sempre più frequenti ritorni di quest’ultimo, con la storia che arriva infine a un bivio. I nodi si dipanano tra rivelazioni e chiarimenti, inquietanti scenari che quel salone attraversano, loro malgrado. A dare vita e spessore a questa storia saliranno sul palco i bravissimi  Stefania De Cola, Mariano Nieddu e Lorenzo Praticò.

Queste le premesse di una settimana ricca di grandi emozioni, tutte da assaporare.

Questo progetto, che si protrarrà fino a tutto il mese di dicembre 2022, si avvale del  contributo del Comune di Messina e dei fondi FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) del Ministero della Cultura.

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome