Il Museo Epicentro riceve la visita del Rotary Club di San Filippo del Mela

0
161

Soddisfazioni senza fine per il Museo Epicentro, fondato da Nino Abbate e Salva Mostaccio che la scorsa domenica ha ricevuto la visita del Rotary Club di San Filippo del Mela, presieduto da Giacomo Chillè.

Ad accogliere il gruppo di interessati visitatori, radunati sulle gradinate degli spazi esterni del Museo è stato l’Arch. Rosario Andrea Cristelli, attuale Direttore del Museo, il quale ha introdotto le figure artistiche ed i valori personali dei suoi fondatori.

Una visita guidata alla scoperta dei tre luoghi che compongono il “sistema Epicentro”: Il Museo delle mattonelle d’arte contemporanea, l’annesso Giardino di Salva e il vecchio Laboratorio Epicentro, a pochi metri dal nucleo centrale con la collezione permanente; un luogo oggi recuperato e ampliato con nuovi spazi espositivi e laboratoriali.

Il “gruppo Rotary”, piacevolmente sorpreso dal grande valore culturale in mostra, ha vissuto una intensa esperienza estetica e si è impegnata come “portavoce di Bellezza” per contribuire alla promozione.

Il Museo Epicentro ringrazia il Presidente del Club Dott. Giacomo Chillè ed il Consigliere Dr. Francesco Pino che ha proposto la visita guidata alla scoperta del patrimonio culturale contemporaneo del territorio. Il Direttore Cristelli ha sottolineato inoltre la sensibilità degli amici del Rotary Club di San Filippo del Mela nell’apprezzare i libri di Nino Abbate (EpicentroEdizioni) in particolar modo l’ultimo, recentemente presentato, dal titolo “Gala – Periferia e Centro dell’arte”, parole, segni e disegni – linguaggi contemporanei edizionEpicentro (Terme Vigliatore, giugno 2022) con la premessa di Andrea De Pasquale, Direttore Generale dell’Archivio centrale dello Stato e i testi di Valentina Certo sapiente Storica dell’arte e di Rosario Andrea Cristelli, architetto esperto in promozione del patrimonio culturale che anche durante questa “occasione Rotary” ha voluto puntualizzare “Il dovere della documentazione, della custodia, della promozione e della valorizzazione nella periferica Epicentro, centralità culturale internazionale”.

Grandi soddisfazioni per il Museo Epicentro, dunque, che sono soltanto l’inizio di nuovi e sempre più grandi successi.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome