Al Museo Epicentro la cerimonia di premiazione Poesia Circolare

0
162

L’attesa è finita. Domenica, alle ore 19.00, nell’incantevole scenario del giardino adiacente il Museo Epicentro avrà luogo la Cerimonia di Premiazione del XII° Premio Internazionale di “Poesia circolare”, organizzato dal Museo Epicentro, a cura di Nino Abbate e presentato dalla giornalista Cristina Saja.

La commissione esaminatrice composta da: Presidente Patrizia Zangla, Storica e Saggista. Valentina Certo, Storica dell’arte. Andrea Cristelli, Architetto e promotore d’arte contemporanea. Salva Mostaccio, Artista e poetessa. Katia Trifirò, Scrittrice e giornalista,  dopo un’attenta analisi delle poesie in concorso ha decretato i poeti finalisti: Daniela Barone (Spoleto), Antonella Calvani (Tarquinia), Jana Carcara (Bagheria), Roberto Crinò (Palermo), Grazia Dottore (Messina), Renato Fiorito (Roma), Alfonso Gargano (Salerno), Lucia Lo Bianco (Palermo), Salvatore Nania (Milazzo), Santina Paradiso (Mazzarino CT), Alessandro Pediti (Venezia), Rita Scelfo (Palermo), Pietro Vizzini (Capaci PA), a cui saranno assegnate le Menzioni d’0nore, il Premio della Critica, Il Premio “Milena Milani” il premio del Museo Epicentro che andrà al primo classificato oltre il primo premio di vincitore di questa edizione 2022.

Per l’occasione gli artisti Nino Abbate e Salva Mostaccio presenteranno al pubblico l’istallazione “L’Oro di Kiev”, che mette in evidenza gli aspetti del territorio Ucraino con tutti i suoi giacimenti ricchi di materie prime, vera causa dell’interesse da parte delle nazioni europee, dell’America e degli invasori russi che stanno devastando l’Ucraina, a discapito del suo popolo che sta pagando con la vita le conseguenze più gravi   di questo conflitto.

“Nino e Salva lanciano così il loro grido di denuncia contro la guerra e recriminando a gran voce la Libertà e la dignità umana” Tutti i poeti partecipanti presenti alla Cerimonia di premiazione oltre a declamare la loro poesie riceveranno un dono in terracotta. La cittadinanza è invitata alla manifestazione.

Un evento da non perdere, dunque, per “respirare momenti di reale emozione e urlare alle stelle la parola PACE!

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome