Al via la IV° edizione di Villae Film Festival

0
176

L’attesa è finita. Torna Villae Film Festival, giunta alla IV° edizione, che da  lunedì  a domenica 10 e poi dal 18 al 24 luglio si svolgerà presso Villa Adriana Villa d’Este dichiarati dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Con la quarta edizione del Villae Film Festival – commenta Andrea Bruciati – grazie a un programma ancora più ricco e articolato, intraprendiamo un nuovo racconto con il grande tema della Bellezza. Novità di questa edizione, il concorso dedicato a opere di videoarte. In un momento così particolare e delicato, ci è sembrato opportuno mettere in risalto come la bellezza, che rappresenta il meglio della produzione artistica e spirituale, sembri essere la sola arma utile a salvare le nostre coscienze e a saziare i nostri desideri profondi. Per la sua unicità, il suo legame con la straordinarietà degli ambienti e le eccezionali peculiarità di questi luoghi, da cui trae le sue tipicità, sia di ordine estetico che linguistico, il Festival rappresenta un’esperienza totale e immersiva”.

Gli appuntamenti di Villa Adriana  si aprono alle ore 21.00 con l’incontro che precede la proiezione del film del giorno; ospiti registi, attori, produttori introdotti dal direttore artistico Andrea Bruciati.

Novità di questa quarta edizione di Villae Film Festival è il concorso dedicato a opere di videoarte con una giuria di qualità presieduta da Andrea Bruciati e una proposta di contenuti che offre un racconto alternativo del nostro tempo. Ogni sera prima del film viene presentata un’opera, tenendo conto della selezione definita per la mostra Vita Nova III. All’opera che la giuria di qualità indicherà come vincitrice sarà attribuito il premio METAMORPHOSIS. La Giuria del concorso per opere di videoarte è presieduta da Andrea Bruciati, storico dell’arte e dal 2017 alla guida dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli e composta da Matteo Bergamini, giornalista e critico d’arte, direttore responsabile della rivista Exibart, da Ilaria Ester Bonacossa, storica dell’arte, recentemente nominata direttrice del MAD, Museo Nazionale dell’Arte digitale di Milano, da Cristiana Collu, dal 2015 direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e da Massimiliano Tonelli, attualmente direttore editoriale della rivista Artribune, da lui stesso fondata nel 2011.

La programmazione proseguirà dal 18 al 24 luglio le proiezioni si sposteranno nella magica atmosfera del Gran Viale di Villa d’Este. Ad aprire la settimana lunedì 18 luglio, con l’introduzione del redattore cinematografico Mario Turco, il film LA DONNA SCIMMIA di Marco Ferreri, con il suo racconto di una bellezza negata. PINO. UN FILM SU PINO PASCALI di Walter Fasano, in cui la bellezza è quella che sempre e comunque cerca l’Arte, sarà proiettato martedì 19 luglio, introdotto dal regista stesso con la giornalista Angela Prudenzi. Il percorso proseguirà mercoledì 20luglio, introdotto dal critico cinematografico Francesco Di Brigida, con RITRATTO DI SIGNORA di Jane Champion in cui una bellissima Nicole Kidmann cede al fascino di un uomo che mette in serio pericolo la stabilità della sua vita. La bellezza dell’architettura e il suo influsso sulle nostre vite sono alcuni dei temi del film THE ARCH di Alessandra Stefani, in programma giovedì 21 luglio, con l’introduzione affidata alla giornalista e autrice tv Nicole Bianchi. Le proposizioni dell’arte e le sue ricerche sono protagoniste del film MANIFESTO di Julian Rosefeldt che sarà proiettato venerdì 22 luglio introdotto dalla scrittrice, drammaturga e critica di cinema e teatro Giusi De Santis. Sabato 23 luglio ADDIO MIA REGINA di Benoît Jacquot, introdotto dal redattore di cinema Carlo Cerofolini, racconterà la vicenda di Sidonie e il suo sguardo su un mondo che sta per finire. Lo sconvolgimento provocato dalla inquietante bellezza del misterioso ospite di TEOREMA di Pier Paolo Pasolini chiuderà idealmente il cerchio del nostro percorso domenica 24 luglio, introdotto dal critico cinematografico, docente e filmmaker Francesco Crispino.


E allora che la magia del grande cinema abbia inizio.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome