Il docufilm Dadalove sbarca al Festival di Cannes

0
135

Domani,  alle ore 19. 00,  presso la Casa Sicilia di Cannes, lo spazio innovativo e tecnologicamente all’avanguardia, allestito dall’ Assessorato Turismo Sport Spettacolo Regione Sicilia sarà proiettato il film documentario ‘Dadalove’ diretto da Chiara Agnello. All’evento saranno presenti la regista e i produttori e a margine della proiezione sarà offerto un cocktail ai presenti.

Prodotto da Angelisa Castronovo Antonino Moscatt per Wellsee srl, il film racconta della Compagnia dei Teatri Alchemici DaDaDaùn di Palermo, formata dal duo artistico Luigi Di Gangi e Ugo Giacomazzi, in cui gli attori hanno tutti la Sindrome di Down. Nata circa dieci anni fa, la compagnia ha partecipato a numerosi festival, vincendo molti premi, grazie ai testi messi in scena, sempre originali e scritti appositamente per questi attori. Nel film, si seguono prove ed evoluzioni di un nuovo spettacolo in preparazione, nella location palermitana dei Cantieri Culturali alla Zisa. “Si sa da dove si parte ma non si sa mai dove arriveremo” – dichiara Ugo, sottolineando quanto il loro metodo sia quello di far partecipare i ragazzi non soltanto come attori, ma anche come autori.

Chiara Agnello, nata Palermo, vive e lavora a Roma da tanti anni. È principalmente una casting director, che lavora molto per il cinema italiano,  per le serie tv più importanti trasmesse dalle reti nazionali e dai maggiori broadcaster. Fin dalla laurea in Storia e critica del cinema presso l’Università degli Studi di Siena, la sua passione è stata la regia. In questi anni (fra un lavoro di casting director e l’altro) ha realizzato, come regista, vari progetti, grandi e piccoli, per spot (principalmente con organizzazioni non governative, come Greenpeace), cortometraggi e documentari. Tra i suoi lavori principali, Prova contraria, documentario sui ragazzi minorenni che entrano nel circuito penale minorile di Palermo. Ha debuttato nella selezione di Alice nella Città di Roma, nel 2016, con grande esito. Il documentario ha vinto vari premi ai festival: tra questi  il SalinaDocFest nel 2017, miglior documentario e Premio del Pubblico al Festival Visionaria del 2017, e un Premio Speciale al festival Sguardi Altrove di Milano.

Ancora una volta il cinema mette in scena la vita, in tutte le sue sfumature.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome