Malfa: al via la rassegna “L’Isola che c’è”

0
232

Manca davvero poco all’inizio della rassegna teatrale “L’Isola che c’è” e l’isola di Malfa torna a diventare palcoscenico di emozioni.  Organizzata dalla Rete Latitudini e curata da Gigi Spedale, in collaborazione con il Comune di Malfa, la rassegna si compone di un ricco cartellone che si svilupperà in dieci eventi, che andranno in scena da aprile a ottobre presso l’Auditorium Comunale di Malfa.

Ad inaugurare la rassegna sabato, alle ore 20.30 sarà lo spettacolo dal titolo “L’attimo prima” diretto e interpretato da Silvia Giuffrè e impreziosito dalle musiche del musicista e compositore Giuseppe Rizzo.

La performance si sviluppa in un dialogo tra corpo e suono, un flusso di suggestioni. Frammenti di storie, vibrazioni, oscillazioni, sguardi. “L’attimo prima” è il respiro prima di un’immersione, il momento prima dell’accadimento. Nell’istante, il tempo-spazio si dilata e attinge al ritmo della coscienza. Dall’alternanza di geometrie di suono e gesto nasce un connubio poietico fatto di immagini, memorie, simboli, risonanze.

“L’Isola che c’è rappresenta per Salina una formidabile occasione di arricchimento culturale. Per la prima volta, la Comunità di Malfa potrà fruire di una vera e propria stagione teatrale invernale, con le più importanti compagnie nazionali, conosciute e apprezzate anche a livello internazionale. Questa rassegna è un’opportunità per valorizzare ulteriormente l’Auditorium Comunale, appena ristrutturato e potenziato nelle dotazioni tecniche. Grazie alle migliorie apportate, sarà possibile offrire alla cittadinanza anche allestimenti complessi, quali quelli del Circuito della Rete Latitudini, presieduta da Gigi Spedale, cui è affidato il Centro polifunzionale comunale.”, dichiara Clara Rametta, Sindaco di Malfa

Gigi Spedale, aggiunge: “La Comunità di Malfa e l’Isola di Salina sono luoghi stimolanti per avviare attività culturali e artistiche di pregio. La sensibilità dei residenti e la lungimiranza degli amministratori rendono possibile oggi questa nuova e affascinante avventura: realizzare in un’isola minore una stagione teatrale di livello e qualità almeno pari a quelle dei teatri metropolitani. Nonostante le non rare difficoltà nei collegamenti via mare e dei costi della logistica, Malfa e il suo côté culturale rappresentano la cornice ideale per gli spettacoli delle Compagnie della nostra Rete Latitudini.”

Uno spettacolo da non perdere per vivere un’emozione senza fine, perché è proprio di attimi,  che si compongono le emozioni più grandi della nostra vita.

In allegato il programma completo

Programma L’isola che c’è

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome