Il Cesv Messina organizza la campagna di sensibilizzazione sull’AIDS

0
219

In un periodo in cui il pensiero dominante è dato dalle modalità con cui contrastare il propagarsi del Covid 19, che ancora limita la nostra vita, non bisogna dimenticare che  contrastare le “malattie infettive prioritarie” è e rimane uno dei sei macro-obiettivi del piano di prevenzione 2020-2025. Tra di esse Hiv e Aids hanno una particolare rilevanza. Duplice l’impegno indicato: lotta contro lo stigma e prevenzione altamente efficace, basata su evidenze scientifiche, che comprende le campagne di informazione, l’impiego degli strumenti di prevenzione e gli interventi finalizzati alla modifica dei comportamenti, con conseguente ricaduta sulla riduzione delle nuove infezioni.

È dunque dentro questo scenario – che include anche le raccomandazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità, “Global Health Sector Strategy on Sexually Transmitted Infections”), dell’European Center for Disease Control- ECDC, del Programma delle Nazioni Unite UNAIDS – che si inquadra l’iniziativa promossa dall’Osservatorio dei minori “Lucia Natoli” in collaborazione con il CESV Messina.

A questo riguardo, mercoledì, in occasione della Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, a partire dalle ore 10.00, si svilupperà online (https://global.gotomeeting.com/join/492802669) l’iniziativa per favorire conoscenza e informazione sull’Aids e le malattie sessualmente trasmissibili alla quale parteciperanno gli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore Francesco Maurolico e Stelio Vitale Modica.

All’incontro di sensibilizzazione interverranno come relatori Gianfranco Pellicanò, responsabile dell’ambulatorio per la diagnosi e cura della malattia da Hiv/Aids dell’Azienda Ospedaliera Policlinico Universitario “G. Martino” di Messina, e Luisa Barbaro, ginecologa, sessuologa, già Dirigente del Consultorio femminile di via del Vespro, responsabile dei Consultori dell’area metropolitana di Messina.

A portare i saluti del CESV Messina sarà il vicepresidente Ennio Marino mentre i lavori saranno introdotti e condotti da Saro Visicaro, responsabile dell’Osservatorio “Lucia Natoli”.

Accrescere la conoscenza sulle modalità di contagio di questa malattia è importante, oggi più che mai, affinché l’AIDS non rappresenti più un pericolo per nessuno.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome