IlgirodelmondocongliSpirits: in Lombardia per scoprire il Rivo Gin dei Rivolta

Continua il viaggio della rubrica ilgirodelmondocongliSpirits. Si torna in Lombardia per scoprire il Rivo Gin, prodotto dalla famiglia Rivolta,  distillato in alambicco discontinuo in rame a bagnomaria, in piccoli batches, per garantire la migliore qualità in ogni bottiglia.

Dodici le specie botaniche utilizzate, che includono rari ingredienti raccolti a mano nei prati intorno al Lago di Como, tra cui timo serpillo, melissa, santoreggia e pimpinella, unite a ginepro, coriandolo, cardamomo e angelica in alcool da grano italiano.

Una volta raccolta, ogni erba fresca viene direttamente immessa in soluzione idroalcolica separata per 48/72 ore in funzione della botanica. Ogni specie botanica è gestita separatamente e quindi assemblata gradualmente con le altre.

Distribuito in Italia da Rinaldi 1957, si presenta con un aroma balsamico con note floreali e fruttate e leggeri profumi di sottobosco. Ha un sapore complesso, nei suoi 43 gradi alcolici, ma morbido, ricco di sentori fruttati, speziati e di erbe e con melissa e timo come gusto principale. Una etichetta speciale, in cui dodici simboli indicano le botaniche utilizzate e linee geometriche si inseguono, per creare figure astratte, che, nei dettagli riprendono due elementi del territorio dove è prodotto: le montagne e le onde del lago.

Il primo contatto con il Rivo Gin è dato dal profumo, costituito da un ricco bouquet con sentori fruttati, citrici e di erbe.

Al palato si presenta complesso, ma morbido, connotato da melissa e timo, con un finale lungo con note botaniche.

E allora lasciamoci avvolgere dal suo sapore ricco e intenso proprio come le terre lombarde.

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saiahttps://www.icoloridellacultura.com
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

da leggere

Dello stesso autore

Maria Antonella Saia
Maria Antonella Saia, laureata in Lettere moderne, specializzata in Scienze dell’Informazione Giornalistica. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti dal 2011 (Tessera N°141842) ha collaborato con diverse testate giornalistiche tra le quali “il Normanno.com”, “laprovinciamessina.it”, “messinaoggi.it” e “ilcarrettinodelleidee.com” prima di dare il via alla testata giornalistica I colori della cultura.com. Si tratta di un magazine culturale, diversificato a vari livelli che spazia dai libri alla moda e agli spettacoli teatrali, dal cinema alla musica, dallo sport al benessere per concludere infine con uno spazio dedicato al mondo degli animali.

Articoli correlati