Scuola. A Mazzarrà Sant’Andrea nasce il I° consiglio comunale dei ragazzi

0
176

Si continuano le attività del progetto “Lost in Education” nell’Istituto Comprensivo Novara di Sicilia. Sabato scorso, infatti,  si è insediato a Mazzarrà Sant’Andrea il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi, fortemente voluto dagli alunni della scuola secondaria di I grado del territorio.  Al progetto hanno preso parte  anche i bambini delle classi quarta e quinta della scuola primaria.

Si tratta della prima esperienza di questo tipo a Mazzarrà, accolta con emozione, orgoglio e partecipazione da parte di tutta la comunità. All’insediamento erano presenti il sindaco, prof. Carmelo Pietrafitta, gli assessori, l’intero Consiglio, il segretario comunale, dott. Giuseppe Torre, e il dirigente scolastico, prof. Giovanni Maisano, che hanno accolto i consiglieri junior sottolineando la rilevanza del momento per la comunità mazzarrese e per i ragazzi stessi. L’auspicio è che ciò che gli alunni si apprestano a vivere, sia una costruttiva esperienza pratica di “educazione civica”, un’opportunità per maturare il senso civico, il valore del bene comune, il senso di appartenenza al proprio territorio, un modo per prepararsi ad una cittadinanza consapevole, per farsi ascoltare dagli adulti e far presenti le loro istanze.

Il Sindaco Prof. Pietrafitta si è reso disponibile a spiegare ai ragazzi il funzionamento complesso “della macchina amministrativa”, ma anche a dare autonomia e fiducia ai giovani consiglieri che avranno a disposizione una voce di bilancio dedicata alle loro necessità. Il consiglio comunale dei ragazzi è composto da: Darqane Khadija (Sindaco), Chiara Torre, (vice sindaco), Noemi De Carlo (Presidente del Consiglio), Steven Campestre (vice presidente), Giuseppe Bucolo, Sophia Catalfamo, Giovanni Pantano, Leandro Runcio, Asia Bisognano, Loubna Dahmane e Torre Giuseppe.

Il progetto Lost in Education è sostenuto dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. UNICEF Italia è capofila del progetto, in collaborazione con Arciragazzi, ed è realizzato su tutto il territorio nazionale in 20 scuole secondarie di primo e secondo grado in 7 regioni (Lazio, Lombardia, Sicilia, Puglia, Liguria, Sardegna, Friuli Venezia Giulia).

Il progetto ha gli obiettivi di migliorare il benessere dei ragazzi e la loro capacità personale di percepirsi come attori trasformativi delle proprie comunità; di rafforzare la centralità della scuola come luogo educativo formale e in relazione costruttiva con il territorio; di sviluppare una comunità educante in cui gli attori sociali siano capaci di riconoscere le proprie competenze educative e prendersi in carico il processo di crescita dei ragazzi.

Nell’Istituto Comprensivo di Novara di Sicilia, retto dal dirigente scolastico Giovanni Maisano, il progetto è attuato nei plessi di Mazzarrà S.A., Furnari e Tonnarella dall’equipe territoriale formata dalla docente referente, dott.ssa Giacoma Crisafulli, dalla life skill coach, dott.ssa Orlando Francesca, dalla community manager e formatrice, arch. Serenella Catalano.

Dopo l’insediamento del consiglio Comunale dei Ragazzi, i laboratori per la realizzazione del sapone, l’orto didattico a Mazzarrà; la pitturazione del corrimano nel cortile della scuola a Furnari, la pitturazione delle panchine sul lungomare a Tonnarella, ancora tanti gli impegni che attendono i ragazzi dei vari plessi e le loro “comunità educanti”.

Ancora una volta il mondo  della scuola si evolve al passo con i tempi per formare gli uomini e le donne del futuro.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome