Museo Epicentro: i vincitori del Premio Poesia Circolare

0
348

Sabato scorso, nell’incantevole scenario  del giardino del Museo Epicentro di Gala – Barcellona Pozzo di Gotto, si è svolta la cerimonia di premiazione della decima edizione del Premio di Poesia Circolare, ideato e realizzato dal fondatore e maestro Nino Abbate, coadiuvato dalla sua compagna di vita e d’arte Salva Mostaccio.

Dopo i saluti istituzionali  portati dall’assessore Nino Munafò, e l’introduzione del Prof. Gino Trapani, il quale  ha ricordato il poeta Bartolo Cattafi, si è subito entrati nel vivo della serata con un’incessante susseguirsi di premiazioni e recital di poesie.

Tra le performance più importanti della serata oltre a quelle di Nino e Salva Abbate, si aggiunge il recital  dell’attrice Rosemary Calderone.

A caratterizzare l’evento  la spirale di sabbia nera vulcanica, immersi in cuore trafitti da pietra lavica nera, in ricordo delle vittime del Covid – 19 che hanno unito l’Italia, così come ha fatto anche questa edizione del Premio, il Museo Epicentro ha reso omaggio, ancora una volta, alla cultura offrendo ciò che di meglio ha in serbo: l’arte contemporanea e la poesia.

Ad accomunare i tre vincitori Stefano Peressini – primo classificato, Josè Russotti – secondo classificato e Pietro Vizzini – terzo classificato,  una grande sensibilità nell’affrontare tematiche di grande impatto emotivo; si pensi a tutti gli abusi subiti dai migranti, che molto spesso per andare in  cerca di una nuova vita trovano la morte, cosa che sta diventando di fatto all’ordine del giorno perdendo i contorni dell’orrore che si paventa  di fronte ai nostri occhi. Un orrore al quale l’uomo, così come le sue vittime, si è arreso.

Ancora una volta la poesia assolve al suo compito più importante: la denuncia, quel tipo di denuncia che può fare la differenza.

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome