Parco Museo Jalari presenta Eclissi Lunare – Cerchio di donne e tamburo sciamanico

0
471

Domani, alle ore 18.30, nell’incantevole  scenario del Parco Museo Jalari avrà luogo un evento molto particolare dal titolo Eclissi Lunare – Cerchio di donne e tamburo sciamanico. Un rito antico che mette in connessione lo strumento del tamburo con la luna,  e il divino femminile. Da sempre le donne si sono riunite in “cerchi di sorellanza”, un antico modo di incontrarsi, prendersi cura, condividere, imparare, nutrire, guarire, celebrare e crescere.

Un cerchio di donne che suonano il tamburo sciamanico rappresenta

  • Uno spazio ideale per esprimere il proprio potere personale e sviluppare talenti e risorse nascoste.
  • Uno spazio intimo e sicuro in cui le donne possono aprirsi e condividere, anche senza parole.
  • Uno spazio creativo in cui il suono del tamburo sciamanico disegna una strada privilegiata per entrare nelle profondità della psiche, dove sono memorizzati traumi e memorie infantili, genealogiche e karmiche.

Il fine è quello di liberarsi da memorie e impronte che creano blocchi energetici ed emotivi e che non permettono di esprimere le proprie potenzialità. Nel momento in cui si suona il tamburo si esclude la razionalità, si entra in uno stato di meditazione profonda e la sua vibrazione, bassa e potente, influisce sull’energia vitale del corpo ed anche sugli aspetti percettivi multidimensionali dell’individuo, donandogli armonia ed riequilibrio.

Nel corso del workshop si approfondiranno gli archetipi che abitano le donne e la fonte di energia primordiale che ci governa.

Se possibile indossare qualcosa di bianco o di colore chiaro.
Portare un tappetino e un telo leggero per coprirsi per il bagno di suoni finale.

Posti limitati ( max 20 partecipanti).

Per monitorare le presenze, nel rispetto della normativa Covid-19, è necessaria la prenotazione al telefono 392 7911554 (servizio whatsapp).

Contributo: 15 euro.

Con Vera Scarpaci: musicista, musicologa, suonoterapeuta, esperta di studi di genere e rituali antichi.

Un evento da  non perdere per riscoprire se stessi.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome