Nel giorno dedicato alla diversità Youtube propone il film dal titolo Be kind

0
483

In occasione della giornata mondiale della diversità da giovedì 21 maggio fino al 30 giugno sarà  disponibile su Youtube per le scuole, famiglie e per chiunque voglia fare una riflessione sulla diversità una versione gratuita open source di 30 minuti del film “Be Kind – Un viaggio gentile all’interno della diversità”. Diretto e  autoprodotto dall’attrice e regista Sabrina Paravicini e da suo figlio Nino Monteleone, un bambino di dodici anni a cui è stato diagnosticato a due anni e mezzo una sindrome autistica, la  pellicola rappresenta un viaggio fisico, emozionale e spirituale nel corso del quale lo spettatore non potrà fare a meno di appassionarsi alla storia di Nino, il  quale incontra persone che come lui hanno fatto della loro diversità un punto di forza, un valore aggiunto.

La presenza dello scrittore Roberto Saviano, l’attore Fortunato Cerlino e dell’astronauta Samantha Cristoforetti si alterna a tante altre vicende che compongono un grande racconto a lieto fine: un racconto che parla di limiti superati, di speranza, di sperimentazioni, di gentilezza e di felicità possibile per tutti.

“Crediamo nella gentilezza, crediamo che la gentilezza sia un’arma potentissima per accorciare le distanze con la diversità, per questo abbiamo dedicato un anno della nostra vita a realizzare Be Kind”.

Premiato con una menzione speciale per il cinema sociale ai Nastri D’Argento Documentari 2019, “Be Kind” e  al Taormina Film Fest, con una menzione speciale della giuria.

Qui il link della versione open source: https://youtu.be/ddOvl2vEYow

Supportato da Gucci, da sempre attivo sostenitore  nella sensibilizzazione delle tematiche riguardanti diversity,  inclusione, questo progetto farà parte di Gucci Equilibrium: non solo un programma, ma una vera e propria piattaforma il cui obiettivo, oggi, è quello di raccontare come strategia e progetti sulla sostenibilità possano essere integrati, ispirandosi a una “Culture of Purpose”.

Nino Monteleone è co-regista insieme a sua madre di BE KIND, ha dodici anni e a oggi è il più giovane regista italiano iscritto ufficialmente alla SIAE.

Un progetto non solo cinematografico, ma che punta i riflettori sulla grande importanza che ricopre l’inclusione nei confronti dei soggetti con diversità, elemento questo che deve essere visto come un valore aggiunto e non come un deficit.

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome