Cala il sipario sul presepe artistico della Città dello Stretto

0
193

Straordinario successo di pubblico per il  “Presepe Artistico Tradizionale Siciliano” realizzato da artigiani già noti per i carri del Carnevale di Acireale e della scuola di Paternò, che nei trenta giorni in cui è rimasto allestito ha raggiunto la cifra record di oltre cinquantamila visite. E tanta gente è giunta dai vari paesi della provincia e altre località siciliane per ammirare la Grotta, i Re Magi, pastorelli, pecorelle, il laghetto ricostruito con una barca e un pescatore a bordo. Una media di quasi duemila persone al giorno, molte di più nel week end per l’evento ideato da Confcommercio Messina insieme con importanti partner. In primis il gruppo Arena che recentemente ha investito ingenti risorse a Messina: “Abbiamo sostenuto con grande piacere questa esposizione – ha spiegato Giovanni Arena, direttore generale del Gruppo Arena – che esalta e custodisce l’identità e le tradizioni della Sicilia, così come noi facciamo con i suoi profumi e sapori in tutti i nostri 180 punti vendita. Il Gruppo Arena, con le insegne Decò e SuperConveniente, da oltre 40 anni seleziona le eccellenze gastronomiche siciliane per valorizzare e sostenere le produzione di qualità, offrendo freschezza e genuinità tutti i giorni”.

Il Presepe è stato fortemente voluto anche dall’amministrazione comunale presente al taglio inaugurale col sindaco Cateno De Luca e gli assessori Pippo ScattareggiaMassimiliano MinutoliEnzo Caruso e Dafne Musolino, che in occasione del Presepe ha sottolineato la bellezza e unicità del progetto capace di attrarre persone anche dalla Calabria e rendere Messina un centro catalizzatore per le Festività.

Particolarmente felice e soddisfatto il presidente di Confcommercio Carmelo Picciotto che già pensa al futuro: “Siamo all’opera fin da adesso per programmare le prossime Festività, perché solo con largo anticipo e una strategica sinergia è possibile realizzare a Messina progetti e manifestazioni che rispettino la città, gli spazi cittadini e siano integrate con l’arredo urbano, l’architettura delle piazze e dei Palazzi. Per tale ragione abbiamo voluto incastonare queste preziose opere, frutto dell’abilità artigianale di maestri siciliani, che ringrazio di cuore, proprio tra la torre del Campanile e l’ingresso laterale del Duomo.

Adesso Confcommercio Messina, insieme con la collaborazione di imprese, partner e rappresentanti istituzionali proporrà e metterà in piedi una serie di incontri e appuntamenti volti alla rigenerazione urbana e alla riscoperta del centro storico, cuore pulsante della nostra Messina, e valorizzare i prodotti tipici made in Messina e le periferie con l’obiettivo di aiutare l’economia cittadina in vari settori e rilanciare il brand Messina, priorità per rendere il territorio un’importante calamita culturale e sociale per tutta la Sicilia e la Calabria, come lo era tanti anni fa”. Tra i partner principali anche il gruppo Franza: “Siamo sempre pronti a chi si impegna per la nostra città – ha dichiarato Vincenzo Franza, a nome del gruppo – e Confcommercio ha dimostrato una grande voglia di fare e di proporre prestigiose e lodevoli appuntamenti che meritano attenzione e sostegno”.     

Il Presepe è stato realizzato anche grazie al contributo di: Camera di Commercio, Gruppo Franza, Generali Italia Spa, Italcar, Gruppo LEM, Salotto Fellini e Associazione Provinciale Cuochi Messina. Direttore artistico e ideatore del Presepe Giulio Vasta, che guida l’Euro Arte Production e da alcuni anni, gira la Sicilia con questo importante allestimento giunto alla settima edizione; coadiuvato da due maestri di scenografia, Giovanni Nicolosi e Orazio Fazio e da sei artigiani, Rosario Fichera, Salvatore Rapisarda, Marco Amico, Antonino Torrisi, Mario Urso; infine Giovanni Vasta per la parte elettrica”. 

La pista di ghiaccio montata da “Aquila 1” di Lorenzo Previti rimarrà invece aperta fino al 31 gennaio. Inoltre, nella giornata del 17 gennaio l’intero incasso sarà devoluto in beneficenza a favore della A.C.C.I.R. (Associazione Cattolica Culturale Italiana Radiooperatori) offrendo la possibilità alle persone diversamente abili di provare l’emozione unica del ghiaccio a Messina.

Cala il sipario sul Natale della Città dello Stretto in attesa di nuovi eventi che siamo sicuri non tarderanno a venire.

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome