Al via la II° edizione di LUSO, mostra itinerante del cinema portoghese

0
215

Dopo il successo ottenuto nella sua prima edizione avvenuta nel 2018  in quasi 40 città, LUSO! ritorna con una variegata selezione di film a disposizione delle sale, cineteche e spazi culturali di tutta Italia.

Da oggi al cinema Beltrade di Milano saranno quattro i film presentati,  che faranno conoscere al pubblico una generazione di cineasti che non ha (ancora) raggiunto le sale del nostro Paese, nonostante i riconoscimenti ottenuti in tutto il mondo.

A partire da oggi,  25 gennaio, e in programmazione per il resto della settimana saranno presentati il documentario ‘Metamorfose dos Passaros (2020) (tit. ita: La metamorfosi degli uccelli)‘, esordio di Catarina Vasconcelos. Vincitore del Premio Miglior film al Festival di Pesaro, interpretato da Manuel Rosa, João Mora, Ana Vasconcelos e Henrique Vasconcelos. Il lungometraggio è una meditazione sulla perdita e l’assenza La metamorfosi degli uccelli è il film candidato dal Portogallo nella corsa agli Oscar 2022 come Miglior Film Straniero.

Dal 10/02, e in programmazione per il resto della settimana, il film ‘Variações‘ (2019) (tit.ita: Stella Cadente – La vita e la musica di António Variações) diretto da João Maia. Il film, successo di pubblico in patria, è un biopic – omaggio alla prima superstar gay portoghese, Antonio Variações, geniale autore ancora poco conosciuto in Italia, scomparso nel 1984. ‘Variações’ racconta il percorso formativo di Antonio dalle umili origini in un villaggio contadino fino al successo come cantante e performer e la sua tragica scomparsa.

Dal 22/02, e in programmazione per il resto della settimana,  ‘Technoboss’ (2019) diretto da João Nicolau, e interpretato da Miguel Lobo Antunes, Luisa Cruz e Mick Greer. Luis è un tecnico alla sicurezza in procinto di andare in pensione e ormai incapace di stare al passo coi tempi di una tecnologia sempre più moderna e incomprensibile. Un’operetta buffa e malinconica, che mescola metal e canti a cappella, in un crescendo di surrealismo che porta al più dolce dei finali.

Dal 08/03, e in programmazione per il resto della settimana, ‘Mosquito’ (2020), diretto da João Nuno Pinto e interpretato da João Nunes Monteiro, Sebastian Jehkul, Filipe Duarte e Josefina Massangoa. Il film racconta di un giovane portoghese che si arruola nell’esercito durante la Prima Guerra Mondiale e viene mandato al fronte in Mozambico. Sogna di vivere grandi avventure e di difendere la propria patria, ma, lasciato indietro dal proprio plotone, intraprende un estenuante viaggio per la mitica terra natale dei Makua, camminando per più di mille chilometri.

Queste le premesse di una kermesse che ancora una volta si propone attraverso i suoi film  l’ambizioso progetto di aprire le menti del suo pubblico, catturandolo in un viaggio ricco di emozioni.

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome