Al via la seconda parte del Cortile Teatro Festival

0
370

Tutto pronto per la seconda parte del Cortile Teatro Festival, diretto da Roberto Zorn Bonaventura,  organizzato dal Castello di Sancio Panza, che si avvale della collaborazione di Nutrimenti Terrestri e del  sostegno del Comune e di Rete Latitudini.

In attesa della tre giorni (29, 30 e 31 agosto) dedicati a Van Gogh con lo spettacolo di Roca Rey combinato a un evento speciale tra cinema e danza, venerdì andrà in scena nella  spianata del Museo Regionale lo spettacolo dal titolo “Il territorio va in scena! Storie di teatro, il teatro delle storie”, interpretato da Max Paiella e Flavio Cangialosi. Si tratta di uno spettacolo i cui temi principali sono il teatro e il suo territorio. Le risorse, l’equilibrio che offrono a una comunità, il loro recupero in ambito di sostenibilità. Lo spettacolo, scritto da Max Paiella, tratta in maniera brillante, satirica e musicale di come stiamo esaurendo le risorse naturali. Si parte dai ghiacciai, dalle foreste, dai fiumi e dalle specie di animali, per arrivare alle unicità delle nostre tradizioni più sane, e anche alle risorse architettoniche e paesaggistiche dei nostri territori, inclusi i teatri. «Storie svelate agli spettatori – si spiega – che di quella città o di quel paese sono gli abitanti e i fruitori, per illustrare e dimostrare come il turismo, l’arte e la cultura, siano elementi uniti e sostenibili perché a stretto contatto con la verità dei luoghi, e possano quindi esistere su uno stesso binario».

Paiella, attore e musicista, è noto al grande pubblico anche per le sue apparizioni cinematografiche e televisive. Molte delle sue qualità satiriche sono stato valorizzate, in particolare, dalla partecipazione (ininterrotta dal 2004) al programma di Radio 2 Rai “Il ruggito del coniglio”, con una continua invenzione di divertenti personaggi.

Inizia, dunque,  il conto alla rovescia per una stagione che da sempre regala infinite emozioni.

 

 

 

 

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome