Morto Luis Sepulveda, il combattente che amava la poesia

0
475
Chilean writer Luis Sepulveda during the third day of the International Book Fair at Lingotto in Turin, Italy, 20 May 2017. The review runs to 22 May. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Il Covid – 19, nemico silenzioso dell’umanità intera, continua a mietere vittime. Stavolta ad essere irretito dai suoi tentacoli è lo scrittore cileno Luis Sepùlveda, morto oggi, all’età di settant’anni, presso l’Ospedale Universitario di Oviedo. E’ stato proprio il Coronavirus, a portarsi via l’autore de ‘Il vecchio che leggeva romanzi d’amore’, pubblicato in Italia nel 1993, con cui aveva conquistato la scena internazionale, e di ‘Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare’, diventata un film d’animazione per la regia Enzo D’Alo’, che lo ha consacrato come scrittore non solo per un pubblico adulto ma per tutte le età.

“Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. È acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole ed arriva sempre come ricompensa dopo la pioggia. Apri le ali…
… Ora volerai. Il cielo sarà tutto tuo”.  “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”.

Lo scorso ottobre aveva compiuto 70 anni festeggiati a Milano in un evento organizzato dalla sua casa editrice italiana, Guanda.
Innamorato dell’Italia dove le sue opere hanno superato complessivamente gli otto milioni di copie e dove lettori e fan lo hanno sempre ricambiato con incontri affollatissimi da un pubblico di ogni età, vincitore del Premio Hemingway per la Letteratura, del Premio Chiara alla carriera e insignito di una Laurea Honoris Causa in Lettere dall’Università di Urbino, era nato a Ovalle, in Cile, il 4 ottobre del 1949.

Ci lascia un grande uomo e un grande autore che ha saputo far presente al mondo intero le grandezze e miserie della storia del Novecento, dando alla letteratura il  compito di ”dar voce a chi non ha voce”.

Ora la sua  voce si è spenta, ma le sue  parole rimarranno per sempre  con noi. Grazie Luis!

RISPONDI

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome